Novi, evitato l’aumento della Tari come richiesto dalle opposizioni. Ma per la Lega è merito di Cabella.

Come quello che è caduto da cavallo e ha detto che tanto voleva scendere, ieri sera la Lega novese ha diffuso una nota con cui ringrazia il sindaco Cabella di aver evitato l’aumento della Tari. Aumento che la stessa giunta Cabella aveva proposto nel consiglio comunale precedente, e bocciato dal voto del gruppo “solo Novi” di Bertoli che si è sommato ai voti dell’opposizione targata Dem e 5 stelle. 

Nel consiglio comunale di ieri sera l’amministrazione comunale ha comunicato di aver trovato le risorse per evitare l’aumento. Risorse che ovviamente erano disponibili già prima, non è che i comuni i soldi li trovano per strada.

«Con un intenso lavoro sia da parte degli uffici che del settore ragioneria si è trovata una soluzione per evitare che venissero applicati i ruoli supplementari della Tari» Ha detto il sindaco Cabella in apertura del consiglio comunale di ieri sera, 30 dicembre. 

La spiegazione di dettaglio dell’assessore Delfino ha precisato che non verranno usati i fondi covid erogati dallo stato per coprire i costi della Tari, ma bensì le economie di parte corrente 2020. 

In sostanza, la bocciatura nel consiglio comunale precedente ha fatto aguzzare l’ingegno e trovare il modo evitare l’aumento, usando comunque fondi comunali.

Molto duro l’intervento del capogruppo Dem Simone Tedeschi: «Dovete dire grazie alla bocciatura ricevuta dall’opposizione, se quello che dieci giorni fa l’assessore Delfino definiva impossibile alla precisa domanda del consigliere Bonvini, è diventato oggi possibile. Quello che proponete stasera è un aggiramento del problema: non state aumentando le tasse, ma state usando comunque soldi che avrebbero potuto essere spesi a favore della città per coprire un buco che è nato fondamentalmente perché non avete presidiato l’intero ciclo dei rifiuti, evitando l’aumento dei costi. Nel bilancio ci sono 2,2 milioni di euro di risorse disponibili che andavano spese quest’anno per fronteggiare l’enorme difficoltà che la città sta attraversando e non è stato fatto, a riprova della pessima gestione messa in campo dalla giunta. Nell’attuale situazione di difficoltà non possiamo permetterci di tenere congelate risorse» ha concluso Tedeschi. 

Anche il capogruppo di “Solo Novi” Marco Bertoli è andato all’attacco: «La discussione di questa sera dimostra da un lato la capacità tecnica dell’assessore Delfino, e dall’altro l’incapacità politica di questo rimasuglio di maggioranza. Questa situazione è simile a quella verificatasi mesi fa sull’Imu, ma stavolta siamo riusciti ad impedire che questa amministrazione mettesse le mani nelle tasche dei cittadini. Politicamente questa maggioranza cosa pensa? Perchè non ci siete arrivati da soli, senza aver bisogno di una bocciatura in consiglio? Se non ci fosse stato il nostro gruppo, questa vicenda sarebbe finita come per l’aumento inutile dell’Imu o la vicenda dello sport novese». 

Dai banchi della maggioranza – chiamata “rimasuglio” numerose volte da Bertoli e anche da Perocchio – ha risposto il consigliere Giacomo Perocchio «Questo problema è stato creato dagli errori sulla gestione rifiuti fatti dalla precedente amministrazione, una scomoda eredità come abbiamo già detto, ed è stato brillantemente risolto dall’assessore Delfino che ringraziamo. Non gradivamo l’aumento, ma ogni tanto chi governa le responsabilità deve prendersele, anche di fare scelte impopolari. Siamo soddisfatti perché non andremo assolutamente a toccare fondi destinati al covid. Questa è una vittoria di tutti»

In conclusione Bertoli ha rivolto una esortazione al sindaco di verificare se esista la possibilità di avviare «una grande coalizione per amministrare novi. Una soluzione che piacerebbe ai cittadini novesi e garantirebbe continuità fino alla chiusura della legislatura. Altrimenti la vedo dura, meglio andare al voto». 

In chiusura di consiglio il sindaco Cabella ha risposto alla richiesta di allargamento della maggioranza fatta da Bertoli “alla suggestiva ipotesi di bertoli hanno già risposto altri partiti, per cui non mi pare che il problema si ponga”. Il riferimento del sindaco è alla dichiarazione del segretario Pd Marilli, che ha definito “irricevibile” la possibilità di un ingresso in giunta dei Dem. 

Nel corso della mattinata il consigliere Bertoli ha così commentato la dichiarazione della Lega con cui, dopo in consiglio, si è intestata il merito di aver evitato l’aumento dell’Imu: «E’ evidente che senza il voto contrario nella consiglio precedente del gruppo “solo Novi”, ora i novesi si ritroverebbero la Tari aumentata. Sono dei bugiardi e dei pazzi».

Di seguito, il video della seduta del consiglio di ieri sera.



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

andrea vignoli

Giornalista, scrittore, insegnante.

Un pensiero su “Novi, evitato l’aumento della Tari come richiesto dalle opposizioni. Ma per la Lega è merito di Cabella.

  1. Leggendo la sintesi del consiglio comunale del 30 dicembre c.a. Sono rimasto particolarmente, ammirato dalla bravura dell’autore; il quale con eleganza e concretezza ha chiarito la patetica giravolta, del rimasuglio di maggioranza, nella retromarcia per la mancata approvazione della tari nel precedente consiglio. Si può notare , tra le righe, la supponente ingenuità nelle convinzioni, evidenziata con sottile ironia.

    Con assoluta faccia tosta se ne sono attribuiti il merito, omettendo che si sono dovuti correggere proprio grazie alla sonora bocciatura. E non solo hanno dimostrato la scarsa consistenza nel gestire le risorse comuni.

    La dimostrazione delle capacità locale sarà anche quella che sarebbero in grado di fare a livello governativo, qualora vi arrivassero? E’ una questione di sensibilità e se non si ha non si può avere-
    .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us