La “luce riflessa” di Cabella illumina il rimpasto di giunta

Con la determina apparsa all’albo pretorio del comune in data 8 gennaio, diventa ufficiale il rimpastino di giunta annunciato per primo dal vostro moscone il 4 gennaio. 

Preso atto della nota dell’Assessore Arch. Roberta Bruno – riporta la determina – assunta al protocollo di quest’ente in data 31 dicembre 2020 al n 36694, nella quale, tra l’altro, è riportata la «rinuncia alla delega all’urbanistica» e la «piena disponibilità alle mie complete dimissioni qualora questo fosse il tuo desiderio o un’opportuna valutazione»” 

Ribadito inoltre che “la Giunta, nella configurazione conseguente alla riforma elettorale del 1993, vive “di luce riflessa” del Sindaco, non avendo altra legittimazione, né popolare né consiliare” si accetta “la «rinuncia alla delega all’urbanistica» dell’Assessore Roberta Bruno, mantenendo (per le ragioni spiegate nel preambolo di quest’atto) nella propria disponibilità, almeno per il momento, la materia de qua, vale a dire la Pianificazione urbanistica e gestione del territorio”. 

“Considerato infatti opportuno, dopo le decisioni assunte con i decreti del 2 novembre scorso e la recentissima rinuncia alla delega all’urbanistica dell’Assessore Roberta Bruna (così nel testo della delibera, in realtà il cognome è Bruno) una riflessione approfondita e collegiale sull’opportunità di una diversa distribuzione delle deleghe, da effettuare anche sulla base del processo, già avviato, di esame e revisione della struttura organizzativa di quest’ente” 

Ma cosa si intende per “vivere di luce riflessa”? Ce lo spiega il dizionario: avere fama, notorietà non per meriti propri, ma per essere in relazione con persone celebri o in vista. Il dubbio viene sul fatto che la luce riflessa di cui godeva l’assessore alessandrino fosse proprio quella – in verità abbastanza tenue – emessa dal Sindaco o quella proveniente da altri astri più luminosi.



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

redazione moscone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us