Tanto rumore per nulla

«Vi annuncio già io il risultato del voto finale, così evitiamo ansie: 8 favorevoli, 6 contrari e tre astenuti». Marco Bertoli ha così “spoilerato” (1) il finale della due giorni di consiglio comunale sul bilancio di previsione. 

La seconda sessione di consiglio è fissata per lunedì sera e non ci saranno sorprese per il centro destra novese che – pur non avendo la maggioranza – grazie all’annunciata astensione di solo Novi porta a casa il risultato e conserva la guida della città. 

In realtà Bertoli non ha doti divinatorie e l’unica anticipazione significativa è solo quella del voto del suo gruppo, visto che era più che scontato il voto a favore di Lega e Forza Italia e il voto contrario di M5S e Dem. L’unico in consiglio a rimproverare Bertoli è stato il consigliere Dem Alfredo Lolaico: «Quello che voto io, lo decido io, non tu». 

L’anticipazione di Bertoli aveva solo il significato di tranquillizzare l’assessore al bilancio Maurizio Delfino: state tranquilli, che il bilancio passa. 

Intanto, prima del voto finale, è passato l’aumento della Tari. Lo stesso aumento che era stato impedito a dicembre dal voto contrario del gruppo di Bertoli. Ciò che era uscito dalla finestra, è rientrato dalla porta. 

Il capogruppo Dem Simone Tedeschi ha provato a far cambiare idea alla maggioranza: «Ora che il nuovo sistema di raccolta sta finalmente entrando a regime a Novi accadrà quello che è successo negli altri comuni: diminuiranno i rifiuti indifferenziati prodotti dai novesi e quindi la quantità conferita in discarica e i costi conseguenti. Se ci fosse stata la volontà politica di evitare questo aumento, ci si sarebbe potuti sedere a un tavolo con Srt e trovare dei correttivi». 

Per l’assessore al bilancio Delfino questo aumento non può essere evitato, ma c’è tempo fino alla fine di marzo per introdurre dei fattori correttivi, anche attraverso la lotta all’evasione. Si stima che una quota tra il 10 e il 15% delle famiglie novesi non paghi, o non abbia mai pagato, la tassa rifiuti. 

Novità anche sul fronte dell’Imu. Vengono mantenuti gli aumenti deliberati lo scorso anno, ma introdotte riduzioni per chi diminuisce gli affitti dei locali commerciali e ridotte le aliquote per i capannoni industriali e artigianali. 

Anche su questo punto per i consiglieri Dem le cose non vanno bene, ma hanno comunque deciso di astenersi. «La riduzione delle aliquote dell’Imu andranno per la metà nella tasche delle prime 5 aziende di Novi: per intenderci chiaramente, stanno riducendo le tasse a imprese come ex Ilva, Campari, Pernigotti. Soldi che non verranno reinvestiti sulla città. Questo non è il modo per aiutare il piccolo commercio. La manovra di diminuzione delle aliquote a chi riduce il canone di affitto non avrà alcun effetto, perché per avere uno sconto di 150 euro di Imu occorrerà diminuire l’affitto del 30%. Abbiamo proposto di provare a percorre altre strade, ad esempio diminuendo la Tosap o la tassa sulla pubblicità ai commercianti, ma di nuovo non siamo stati ascoltati».

Nel corso del consiglio comunale i consiglieri Dem e del M5S hanno ribadito la loro ferma opposizione al progetto del termovalizzatore, un nuovo impianto di combustione dei rifiuti da realizzarsi a Novi Ligure. 

Finisce quindi così, a tarallucci e vino, la lunga telenovela tra Bertoli e la Lega? 

L’unico risultato portato a casa da Solo Novi è stato lo spostamento dei soldi dei fondi compensativi da Palazzo Dellepiane alla Cavallerizza. Se il problema del recupero di quest’ultima è risolto, resta il nodo del recupero della sede comunale di piazza Dellepiane. L’aumento dell’Imu è rimasto, torna l’aumento della tassa rifiuti, Cabella è sempre più o meno saldamente alla guida della città. Tanto rumore per nulla. 

(1)Il termine spoiler (dall'inglese to spoil, "rovinare") è spesso usato in ambito cinematografico per segnalare un testo che riporta delle informazioni che potrebbero svelare i punti salienti della trama di un film.

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone

Condividi questo articolo

andrea vignoli

Giornalista, scrittore, insegnante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us