Anche il Novese protagonista de “I Luoghi del Cuore 2020”

Il 25 febbraio si è concluso il censimento “I Luoghi del Cuore” promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano – in collaborazione con Intesa Sanpaolo, per individuare i luoghi italiani da non dimenticare, perché considerati particolarmente significativi per il nostro patrimonio culturale e paesaggistico.

L’iniziativa, nata nel 2003, consiste in un censimento biennale che permette direttamente ai cittadini di segnalare al FAI i luoghi che si ritiene abbiano necessità di essere conservati, tutelati e valorizzati, rappresentando, così, il più importante progetto italiano di sensibilizzazione sul valore del nostro patrimonio.

Per dare qualche numero, fino al 2020 sono stati raccolti oltre 9,6 milioni di voti (di cui più di 2.300.000 solo nel 2020), oltre 39.000 luoghi sono stati votati in tutta Italia, che presentano tipologie molto varie ma hanno in comune il fatto di essere luoghi legati alle emozioni, alla vita o alla memoria di chi li vota e 119 progetti sono stati sostenuti dal FAI a favore di luoghi d’arte e di natura in 19 regioni.

Quella del 2020 è stata la decima edizione del censimento, lanciata durante l’emergenza sanitaria con una classifica speciale dedicata a “I luoghi storici della salute” vinta da l’Ospedale e la Chiesa di Ignazio Gardella ad Alessandria.

La classifica definitiva del censimento appena concluso ha visto la vittoria della ferrovia storica Cuneo-Ventimiglia-Nizza, con 75.586 voti, definita “la ferrovia delle meraviglie”, pensata e realizzata quasi due secoli fa, che con il suo audace tracciato lungo oltre 100 km unisce l’Italia alla Francia, il Piemonte alla Liguria, i monti al mare; a seguire il Castello e Parco di Sammezzano, con 62.690 voti, palazzo e dimora storica situata a Regello, in provincia di Firenze, già vincitore dell’edizione de I Luoghi del Cuore 2016, ma ancora in stato di abbandono per via della proprietà privata; in terza posizione il Castello di Brescia con 43.469 voti, poderosa fortificazione sulle pendici del colle Cidneo dalle antiche origini pre-romane.

Alcuni volontari della Delegazione FAI di Novi Ligure e del comitato “Risciotti al futuro”. 

Foto: profilo Facebook Delegazione FAI Novi Ligure

Anche in questa decima edizione il nostro territorio si è distinto per i numerosi comitati sorti a sostegno di luoghi simbolo del Novese e delle valli che lo circondano, che rientrano nel territorio di competenza della Delegazione FAI di Novi Ligure: tra questi, il Parco Castello di Novi Ligure, segnalato dal comitato “La tua firma per il Castello di Novi”, ha raccolto 1.642 voti ottenendo il 234° posto nella classifica generale, il Castello di Morneseche risulta 195° con 2.276 voti e i Casoni dei Risciotti, sostenuto dal comitato “Risciotti al futuro”, il luogo che ha ottenuto il miglior risultato con 2.441 voti, piazzandosi 181° nella classifica generale, 15° nella regione Piemonte e 40° nella classifica riservata ai luoghi sopra i 600 mt. 

I Casoni dei Risciotti (997 metri s.l.m.) sono un piccolo aggregato di tre fabbricati situati tra Magioncalda, frazione di Carrega Ligure e il paese abbandonato di Chiapparo (Ciapà), nel territorio facente parte di quella porzione dell’Appennino Ligure cosiddetta delle “Quattro Provincie”, poiché confinante con quattro regioni diverse. Si tratta di antichi essiccatoi ormai in disuso, utilizzati fino alla metà del secolo scorso per far seccare le castagne raccolte nei boschi circostanti e il progetto del comitato è quello di restaurarli per trasmetterli al futuro e recuperare la loro funzione originaria, nell’ottica di un’auspicabile e progressiva ripopolazione delle aree appenniniche.

A seguito del censimento il FAI sostiene una selezione di progetti promossi dai territori a favore dei luoghi che hanno raggiunto una soglia minima di 2.000 voti, quindi l’auspicio è che i Casoni dei Risciotti riescano a ottenere anche un piccolo contributo che possa aiutare i fondatori del comitato che si stanno impegnando nel recupero e ristrutturazione di questi beni per tramandarli al futuro.

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone

Condividi questo articolo

Elena D'Elia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us