Capolavoro di Ambrosi, ritiro della patente in diretta facebook

Roberto Ambrosi, il noto “influencer” novese che allieta spesso la città con i suoi video di denuncia della condizioni di marciapiedi, giardini, buche e quant’altro, domenica sera ha messo in onda un vero e proprio video – capolavoro dell’era social. 

Nella lunga diretta video, iniziata intorno alle ore 21 e durata 37 minuti, il novese spiega l’inconveniente in cui è incappato: “i carabinieri mi hanno fermato, io sono ovviamente (!) in contro senso in via roma, perché qualcuno ha parcheggiato male”.

Ambrosi sostiene di aver dovuto percorrere via Roma in contromano a causa di un’auto posteggiata in via Antica Genova, che lo ha costretto a far retromarcia. Quindi, invece di proseguire nel senso unico di via Roma, il video maker social ha deciso di tornare verso piazza XX in contromano ma è incappato in una pattuglia dei carabinieri. Per Ambrosi, lo dice più volte durante la sua diretta, si tratta di accanimento contro di lui ed abuso della divisa, e quindi ha dichiarato che farà denuncia alla procura della repubblica per persecuzione da parte delle forze dell’ordine. 

Dopo aver ricevuto i primi due verbali, uno per la guida contromano e uno per la mancata esibizione dell’assicurazione, Ambrosi è ripartito in retromarcia, continuando a filmare. Ma immediatamente è stato di nuovo fermato, perché stava guidando con il cellulare in mano e per guida senza cinture. 

Insomma, alla fine le contravvenzioni per Ambrosi sono quattro. «Ci vedremo in procura» ha concluso Ambrosi. «Si, ma lei verrà in treno, la patente è sospesa» ha risposto il carabiniere. 

Roberto Ambrosi è noto in città per le sue “intemperanze” social. Pochi mesi fa, per protestare contro la poca pulizia della città, aveva recapitato un sacchetto di escrementi contro la sede cittadina della Lega Nord. Alle scorse elezioni comunali aveva fortemente sostenuto la candidatura di Gian Paolo Cabella, ma nel giro di breve tempo dopo le elezioni è divenuto uno dei suoi più ferventi oppositori.

un momento del video diffuso su Facebook

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone

Condividi questo articolo

Moscone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us