Il nuovo ponte di Alessandria? Serve più ai novesi, parola di Dolcino

Ci ha pensato l’ex assessore Pino Dolcino a dirlo chiaramente, una volta per tutte. Il nuovo ponte sul Bormida che verrà finanziato con i fondi per le opera compensative del terzo valico, non serve ad Alessandria ma a Novi. 

Dolcino lo ha scritto sulla sua pagina facebook, rispondendo a chi accusava – e in particolare all’ex vicesindaco Felicia Broda – la giunta Cabella di scarsa operatività. 

In particolare, a chi lo accusava di aver “pagato dazio” ad Alessandria nella distribuzione dei fondi delle opere compensative, Dolcino ha risposto che “il ponte sul Bormida serve a più a Novi e tutti i cittadini che devono entrare in Alessandria che a loro”.

Il post di Pino Dolcino sulla sua pagina social

Insomma, è Alessandria che ha fatto un piacere a Novi. Di tutt’altro parere era stato l’ex Sindaco Rocchino Muliere, che qui sulle pagine del moscone aveva accusato Cabella di aver fatto perdere a Novi 5 milioni di euro sulle opere compensative per favorire la giunta leghista di Alessandria. 

Pino Dolcino è stato assessore al commercio nella giunta Cabella fino allo scorso anno, poi in seguito ad un rimpasto di giunta le sue deleghe sono passate al Sindaco. Assieme a lui è stato allontanato dalla giunta anche Costanzo Cuccuru, ma quest’ultimo al contrario di Dolcino non ha gradito il benservito ed ha presentato ricorso. 

La teoria di Dolcino è chiara: se una strada è percorsa da novesi, allora è giusto che i novesi mettano mano al portafoglio. Speriamo che a nessuno venga in mente di farci pagare l’erigendo ponte sullo stretto di Messina! 

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Moscone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us