Il nuovo ponte di Alessandria? Serve più ai novesi, parola di Dolcino

Ci ha pensato l’ex assessore Pino Dolcino a dirlo chiaramente, una volta per tutte. Il nuovo ponte sul Bormida che verrà finanziato con i fondi per le opera compensative del terzo valico, non serve ad Alessandria ma a Novi. 

Dolcino lo ha scritto sulla sua pagina facebook, rispondendo a chi accusava – e in particolare all’ex vicesindaco Felicia Broda – la giunta Cabella di scarsa operatività. 

In particolare, a chi lo accusava di aver “pagato dazio” ad Alessandria nella distribuzione dei fondi delle opere compensative, Dolcino ha risposto che “il ponte sul Bormida serve a più a Novi e tutti i cittadini che devono entrare in Alessandria che a loro”.

Il post di Pino Dolcino sulla sua pagina social

Insomma, è Alessandria che ha fatto un piacere a Novi. Di tutt’altro parere era stato l’ex Sindaco Rocchino Muliere, che qui sulle pagine del moscone aveva accusato Cabella di aver fatto perdere a Novi 5 milioni di euro sulle opere compensative per favorire la giunta leghista di Alessandria. 

Pino Dolcino è stato assessore al commercio nella giunta Cabella fino allo scorso anno, poi in seguito ad un rimpasto di giunta le sue deleghe sono passate al Sindaco. Assieme a lui è stato allontanato dalla giunta anche Costanzo Cuccuru, ma quest’ultimo al contrario di Dolcino non ha gradito il benservito ed ha presentato ricorso. 

La teoria di Dolcino è chiara: se una strada è percorsa da novesi, allora è giusto che i novesi mettano mano al portafoglio. Speriamo che a nessuno venga in mente di farci pagare l’erigendo ponte sullo stretto di Messina! 

-------

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Moscone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us