Anche i sindacati contro la chiusura dello sportello immigrati

Serena Morando per la Flc-Cgil, Carlo Cervi per la Cisl Scuola, Giovanni Guglielmi per la Uil Scuola e M.G Bodellini per lo Snals hanno sottoscritto un documento unitario che condanna la chiusura dello sportello immigrati di Novi Ligure. Ecco il testo del documento diffuso dalle organizzazioni sindacali:

Le Organizzazioni Sindacali del Comparto Istruzione e Ricerca esprimono forte preoccupazione e disappunto rispetto alla chiusura dello SPORTELLO IMMIGRATI da tempo attivo nel Comune di Novi Ligure ma di supporto per tutto il Distretto.
In questi anni lo sportello ha svolto un’ importante funzione di intermediazione culturale che nel mondo della scuola si è strutturata in diverse attività indispensabili nel percorso di integrazione e inclusione delle bambine e dei bambini migranti come delle loro famiglie.
Tale intervento si è concretizzato su più modalità di intervento e di aiuto fattivo che andava dalla traduzione delle domande di iscrizione alla scuola dell’infanzia cartacea prima e on line oggi, aiuto nella compilazione delle domande on line per tutti gli ordini di scuola, facilitazioni nell’accessibilità ai servizi mensa, pre-scuola e scuolabus, mediazione linguistica durante le udienze ma soprattutto supporto nelle attività di accompagnamento e spiegazione ai servizi ASL.
A tutte queste funzioni si aggiunge anche il ruolo fondamentale nel disbrigo delle pratiche per la regolarizzazione della posizione giuridica dei migranti.
Tale discutibile scelta dell’amministrazione comunale, pertanto, avrà pesanti ricadute sia sul percorso di integrazione degli allievi alla vita scolastica e sia sul piano dei carichi di lavoro delle segreterie.
Pur consapevoli della straordinarietà del momento attuale e delle difficoltà che esso comporta, riteniamo che tali buone pratiche vadano salvaguardate e valorizzate proprio per evitare fenomeni di esclusione, marginalizzazione e dispersione scolastica.


Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

redazione moscone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us