La lettera “leghista”

Cari Novesi ne*ri d’adozione

È l’amministrazione di Novi Ligure che vi parla. Vi ricordate? Quelli che hanno alzato quel cagaio quella discussione piuttosto forte sull’opportunità di costruire un centro di reclutamento dell’Isis culturale islamico che ha causato anche un lancio di mortadella qualche preoccupazione fra quegli analfabeti di ritorno dei nostri elettori la cittadinanza.

In queste ultime settimane si è appositamente tirata in ballo una questione completamente diversa per sviare l’attenzione sulle palle che abbiamo sparato sul Recovery Plan  deciso di riorganizzare le risorse del comune di Novi Ligure spostandole dallo sportello che vi permette di stabilirvi qui e aprire i vostri kebab del cazzo immigrazione ai servizi di assistenza per quei vecchi rincoglioniti che ancora non sono schiattati di Covid e magari votano pure per i comunisti gli over 65.

Ci teniamo a sottolineare che, nonostante questo dispetto da bambini delle scuole elementari momento di incomprensione, la nostra giunta vi ritiene gente che viene qui a non fare un cazzo e mangiare sulle spalle degli Italiani dei membri validi della società e che ogni dimostrazione di intolleranza nei vostri confronti sarà considerata un atto dovuto censurata.

Dovete sapere che la Lega, il partito che se non si metteva in mezzo quel panzone di Salvini col cazzo che vinceva le elezioni amministra Novi da quasi due anni, nel corso della sua storia ha dovuto rendersi protagonista di qualsiasi porcata pur di sopravvivere dimostrato di saper superare le divisioni. Da partito che era nato per combattere quei terroni di merda l’egemonia politica di Roma, ci siamo evoluti strumentalizzando le morti di poveri cristi nel Mediterraneo opponendoci all’immigrazione clandestina e a quei froci ai diktat dell’Unione Europea. Ora siamo pronti a celebrare anche quelle palandrane del cazzo la cultura islamica e per dimostrarvelo abbiamo preso una decisione molto importante: il giorno che schiatterete passerete a miglior vita senza ancora esservi tolti dalle palle tornando in Marocco o da dove cazzo venite e deciderete di farvi inumare nella nostra città, avrete a disposizione una vostra ala del cimitero così che pure li mortacci vostri se ne staranno alla larga dai nostri l’integrazione nella nostra cittadina possa essere ritenuta eterna.

Ne approfittiamo per augurarvi di riempire il prima possibile l’ala del cimitero a voi dedicata un buon Ramadan



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Enrico Varrecchione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us