E!state Liberi!, a Bosco Marengo il campo antimafia

Anche quest’anno la rete di associazioni antimafia di Libera organizza su tutto il territorio nazionale i campi estivi per giovani. In provincia anche quest’anno ci sarà quello organizzato presso cascina Saetta di Bosco Marengo, il primo – e per ora unico – bene confiscato alla mafia e definitivamente adibito a destinazione sociale della nostra provincia. 

I campi sono rivolti a giovani dai 18 anni in su e avranno luogo in quattro periodi: dal 10 al 14 luglio, dal 14 al 18 luglio, dal 21 al 25 agosto e dal 25 al 29 agosto. 

Il campo, in modalità anticovid, sarà non residenziale e il costo di partecipazione è fissato in 65€ a persona. 

A Bosco Marengo nel 2011 è stata individuata e colpita una “locale” di ‘ndrangheta con diramazioni in tutto il Basso Piemonte (operazione Maglio-Albachiara). 

Il campo E!State Liberi! unisce l’Associazione Amici di Santa Croce, il Parco regionale Fluviale del Po e dell’Orba, l’Associazione Parcival e Libera, con una proposta articolata su tre esempi di impegno e tutela dei beni comuni: Complesso Monumentale di Santa Croce, Riserva Naturale del Torrente Orba e Cascina Saetta

Dall’estate 2016 presso Cascina Saetta è stato allestito un impianto sperimentale e didattico di Acquaponica, tecnologia che coniuga la coltura idroponica con l’itticoltura, nel totale rispetto della coltura ed allevamento biologici, senza pesticidi, senza concimi e a totale ricircolo d’acqua. 

Il Complesso Monumentale di Santa Croce, anche grazie al “gemellaggio”con Cascina Saetta, si è classificato nel 2017 al primo posto in Italia come “Luogo del cuore” del FAI – Fondo Ambiente Italiano. 

Il campo, organizzato in forma non residenziale, sarà l’occasione per conoscere il territorio attraverso l’impegno concreto sui beni confiscati e i beni comuni, e conoscendo storie e testimonianze sui temi della lotta alle mafie – con una particolare attenzione alla loro penetrazione nelle regioni del Nord Italia – della giustizia sociale e ambientale, sui temi dei diritti quale strumento fondamentale per costruire una società libera dalle mafie. 

Tra le realtà che organizzano l’iniziativa, un ruolo importante è quello dell’associazione APS Parcival: nata nel 2010, promuove e sostiene la partecipazione collettiva, creativa e responsabile di bambini, adolescenti e giovani, giovani coppie e adulti negli ambienti di vita in cui essi si trovano, diffondendo i valori e le pratiche della cittadinanza attiva, dell’antimafia sociale con azioni concrete.

Le attività del campo E!State Liberi! a Bosco Marengo sono state ri-progettate per adattarsi alla situazione sanitaria: il campo è quindi organizzato in forma non residenziale. Durante 5 giorni al mattino e al pomeriggio, i luoghi centrali del campo saranno il Complesso Monumentale di Santa Croce (che ospiterà nella grande sala delle conferenze i momenti di formazione), il Parco dell’Orba e Cascina Saetta. I partecipanti conosceranno, vivranno e sosterranno con il loro impegno questi due esempi di beni comuni – artistico e sociale – e potranno dare il loro contributo al loro sviluppo attraverso momenti di formazione, di incontro e di lavoro volontario assieme alle associazioni e alle cooperative del territorio. In questa edizione verrà posto l’accento su due temi: il Giornalismo d’inchiesta e il caporalato. I moduli formativi saranno anche orientati al riconoscere e comprendere la ristrutturazione mafiosa in periodo di crisi economica e sociale, un’occasione di lettura di quel che ci circonda e in cui siamo immersi, un punto di contatto con un ambito della realtà spesso sommerso e dimenticato, ma in cui le mafie traggono potere e linfa vitale. Non mancheranno le uscite sul territorio e nei dintorni di Alessandria, dalla visita all’Associazione San Benedetto al Porto fondata da Don Andrea Gallo, ai monti della Val Borbera e alle bellissime strette di Pertuso in compagnia dell’Anpi, sito di Memoria della lotta partigiana sull’Appennino ligure-piemontese. 

Attività manuali previste:

Tra le attività manuali previsti la pulizia, la manutenzione del verde, della serra e delle vasche, la manutenzione ordinaria presso Cascina Saetta, pulizia e diserbo nei chiostri del Complesso Monumentale di Santa Croce. Turni nelle attività di allevamento e coltivazione acquaponica. Collaborazione volontaria con i Guardiaparco dell’area protetta del Torrente Orba. 

Per maggiori informazioni https://www.libera.it/schede-1650-campo_per_singoli_a_bosco_marengo

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

andrea vignoli

Giornalista, scrittore, insegnante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us