Imu fai da te, almeno diteci le aliquote

Si avvicina la scadenza per il pagamento della prima rata dell’Imu, prevista per il 16 giugno, ma dal Comune di Novi Ligure non arrivano notizie. In passato l’ente comunale inviava ai contribuenti, proprietari di almeno una seconda casa, il modello F24 precompilato con il quale potevano rivolgersi direttamente al servizio tesoreria del Comune stesso, svolto dalla Banca Popolare di Sondrio, per effettuare il pagamento, senza aggravio di spesa. A distanza di poco più di una decina di giorni dalla scadenza molti cittadini si chiedono se l’F24 verrà recapitato e se l’aliquota è sempre la stessa o se, come è successo già lo scorso anno, ognuno dovrà far da sé; dovrà rivolgersi a qualcuno in grado di fare il calcolo e di compilare il modulo già citato, con un ulteriore aggravio di spesa.

Fonti ben informate sostengono che il servizio non verrà erogato. La cosiddetta “Giunta del cambiamento” ha deciso di sopprimere tale servizio, in una seduta del Consiglio Comunale avrebbe detto che era un servizio inutile. 

Forse bisognerebbe informare i cittadini, almeno sull’aliquota da applicare.

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

redazione moscone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us