La destra vuol fare cassa sui disperati?

La settimana appena conclusa con il trionfo europeo della nazionale ci ha consegnato due notizie di politica regionale che lasciano amarezze e preoccupazioni: il ripristino delle slot-machine voluto dalla giunta Cirio e la scelta di non assegnare a Mirafiori la gigafactory da parte di Stellantis. Queste scelte impattano non solo sul capoluogo, ma investono tutta la regione e, quindi, il territorio alessandrino. Probabilmente mi sbaglio, ma ho l’impressione che la destra non abbia a cuore il mantenimento della vocazione produttiva e industriale del territorio tanto nel capoluogo regionale quanto nella nostra provincia.
Qualsiasi opzione di sviluppo di Alessandria, capoluogo e provincia, non può prescindere dal preservare quella vocazione; questo non significa rimanere immobili, ma l’opposto: la dimensione produttiva e industriale va accompagnata da investimenti in ricerca e in infrastrutture logistiche e digitali, che necessariamente portano ad altre opzioni di sviluppo come il turismo o il terzo settore.
Però, se perdiamo produzione e industria il risultato immediato è un impoverimento diffuso che colpisce tutto il lavoro da quello dipendente a quello autonomo, al cosiddetto ceto medio. Lo abbiamo proposto nel nostro recente congresso e lo ribadiamo: il Pnrr, il recovery, in provincia di Alessandria venga utilizzato per un progetto di tutela complessivo del territorio che preveda la bonifica delle criticità ambientali (a partire da ex-Ilva, Solvay, eternit ed Ecolibarna) e che tramite la transizione ecologica garantisca la centralità della produzione come volano di crescita; si utilizzi per progetti che favoriscano l’interazione e l’integrazione dei tanti centri della nostra provincia così da avviare un processo di rafforzamento e implementazione del turismo così che i siti unesco, le vie del vino, il cicloturismo vengano finalmente messi a valore. Su questi temi e sul corretto utilizzo dei fondi europei in arrivo si gioca la partita per il futuro: noi ci siamo; la destra, come pare da quello che sta facendo, no.

Giodano Otello Marilli – Segretario Provinciale Partito Democratico



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Giordano Otello Marilli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us