Due novesi da Novi e Roma in bici contro il cancro

Non è da tutti decidere di dedicare parte del proprio tempo per una buona causa, specialmente quella unica settimana di ferie che ci si può prendere durante l’estate. È invece quello che hanno scelto di fare Yuri D’Onofrio e Marco Milanese. 34 anni il primo, 39 il secondo, legati dalla passione per lo sport e il benessere, oltre che da una storia famigliare segnata da persone a loro molto vicine che si sono ammalate di tumore. Yuri e Marco, che collaborano nel centro fitness novese di Marco Asd Focus hanno così deciso, per quest’anno, di dedicare quello che dovrebbe essere il tempo del relax a una giusta causa. Un’avventura in bicicletta, in mountain bike per la precisione, da Novi a Roma, documentata in ogni tappa sui social e condivisa con l’hashtag #queidueinsella. Obiettivo finale raccogliere fondi per l’associazione novese Iris – Insieme Ritroviamo Il Senso, nata con lo scopo di sostenere e aiutare i pazienti oncologici e i loro famigliari. 

Cosa spinge due ragazzi a sostituire il tempo del relax con un tempo di fatica e solidarietà, a percorrere in bicicletta quasi 600 km in quella che dovrebbe essere una delle settimane più calde dell’anno? Nel caso di Yuri e Marco fare qualcosa per qualcun altro, soprattutto in questo periodo in cui c’è veramente tanto bisogno di altruismo per contrastare una società che sembra diventare sempre più chiusa ed egoista. «Chi è malato lo è 365 giorni all’anno, soffre ma combatte e non si arrende, ogni giorno. La malattia non va in vacanza e quindi abbiamo deciso di non andarci nemmeno noi» 
Yuri e Marco partiranno quindi da Novi oggi, il 16 agosto per farvi ritorno, probabilmente in treno per questioni di tempo, il 23. 
Il viaggio avrà anche una finalità di promozione turistica: passando prevalentemente per strade che costeggiano il mare, Yuri e Marco andranno alla ricerca di paesi e borghi poco conosciuti con l’obiettivo di scoprire luoghi un po’ nascosti e sconosciuti, ma non per questo meno meravigliosi; dormiranno in b&b, campeggi, piccoli alberghi, sempre in base alla località scelta. L’intento è far vedere che, nonostante i mesi terribili appena passati a causa della pandemia, c’è ancora voglia di vivere e lavorare. A Roma Alessio Sakara, artista marziale molto conosciuto nel settore, li aspetta nella sua palestra per sostenerli in questa iniziativa. 
Le donazioni saranno a offerta assolutamente libera. I ragazzi partono con piccole ambizioni, speranzosi di arrivare alla cifra di 1.000 € e impegnandosi a donare loro stessi in modo da arrivare a un minimo di contributo. L’ambizione più grande quella di risvegliare in tanti la voglia di aiutare.

Perché partire da Novi? Per iniziare a valorizzare il territorio partendo dalla propria città, immersa in una terra un po’ di mezzo tra Piemonte, Liguria e Lombardia. Perché arrivare a Roma? «Perché non c’è posto più caratteristico del Colosseo per rappresentare una battaglia senza fine. Un luogo dove migliaia di uomini e animali nel corso dei secoli hanno perso la vita lottando per la libertà, con il pensiero di sopravvivere e uscire a testa alta come eroi. Gli stessi eroi che oggi sono su un letto di ospedale sperando che qualcuno entri nella loro stanza alzando il pollice verso il cielo dicendo “è tutto ok, sei un eroe dell’arena!”».

Per seguire l’iniziativa è possibile visitare la pagina Facebook “FOCUS ASD Movement Training” o le pagine personali dei due ragazzi su Instagram. 

Per chi volesse donare l’iban è IT 12 R 3677 2223 000 EM 001549510 intestato a Yuri D’Onofrio. Il ricavato verrà poi interamente devoluto a Iris.



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Benedetta De Paolis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us