Fabbrocino e Penotti bravissimi sul palco della Soms

“Libertà è partecipazione”.  Mi piace iniziare questo articolo così, con le stesse parole tratte dalla canzone “Libertà”, con cui Davide Fabbrocino e Giorgio Penotti hanno chiuso il loro spettacolo “Cos’ho imparato da Gaber – Più che un omaggio uno studio” a cui ho avuto appunto il piacere di partecipare lo scorso mercoledì sera alla Soms di Novi in via Cavanna 12. Uno spettacolo con il quale i due artisti, dopo le tappe di Morbello, Carasco e Alpigliano, sono approdati nel grazioso cortile della Soms, collocandosi all’interno degli incontri “Aperisoms” organizzati in questi mercoledì estivi. 
Fabbrocino, attore e autore novese premio Enzo Buarnè 2019 e Penotti, musicista polistrumentista e autore alessandrino, hanno incantato il pubblico presente in un alternarsi di musica e testi, con monologhi inediti elaborati da Davide e canzoni di Gaber riarrangiate e musicate da Giorgio Penotti. Lo spettacolo ha compreso buona parte del repertorio di Gaber/Luporini, toccando temi importanti e odierni come le armi da fuoco, le problematiche ambientali, la politica, con serietà ma a volte anche con un tocco di ironia, per poi chiudere con un finale fatto di improvvisazione nel quale hanno strappato al pubblico anche risate e sorrisi. Il tutto grazie allo studio approfondito che i due artisti nostrani hanno fatto del messaggio immortale che Giorgio Gaber ha lasciato alla nostra società “Un artista di grande popolarità, dotato di una visione lucidissima e profetica sul futuro. Il suo sarcasmo, e la sua arguta ironia, restano incredibilmente attuali”. 
Perché partecipazione? Perchè credo fortemente che spettacoli come questo dovrebbero avere la “coda fuori”. Pensiamo che addirittura alla Soms l’ingresso era anche gratuito. Dovrebbero essere tanti i giovani e meno giovani vogliosi di fare il “pieno” di cultura e di rendere omaggio all’arte di ieri, di oggi e di domani. Oltre che a partecipare alla vita sociale, quella vita che in questi ultimi anni ci è stata un po’ tolta e ci è mancata e per quanto possibile si spera non ci venga privata più.

Un momento dello spettacolo

-------

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Benedetta De Paolis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us