Che velocità: ecco lo “sportello anziani” e le risposte alle nostre domande di stamattina

Ieri, il Pd aveva chiesto che fine avesse fatto l’annunciato sportello informazioni anziani da realizzarsi con i soldi risparmiati dal dimezzamento dello sportello immigrati. Questa mattina, il Moscone si è unito alle richieste dell’opposizione in consiglio comunale, rivolgendo alcune domande all’assessore agli affari sociali Marisa Franco. Stamattina chiedevamo: Si è deciso di aprirlo? Dove? In che modo? Con quali orari? 

Poche ore dopo, è arrivata la risposta sulla pagina facebook del comune: al via il “progetto Anchise”, che offre assistenza all’attivazione dello SPID per le procedure informatiche della P.A. e assistenza alla prenotazione dei vaccini e compilazione della modulistica. 
Una combinazione il fatto che le risposte arrivino giusto a poche ore di distanza dalle richieste di chiarimenti? A pensar male si fa peccato, e quindi facciamo che sia proprio una fortuita e fortunata combinazione, e manteniamo la promessa di stamattina di provvedere a dare informazioni alla cittadinanza sul nuovo servizio, almeno del poco che abbiamo saputo dalla pagina facebook del comune di Novi. 
Il servizio sarà rivolto a “persone anziane e vulnerabili, prive di rete parentale o amicale, che non hanno praticità nell’uso di strumenti informatici”. Per accedere al servizio sarà necessario contattare il numero 337/1549785 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12,30 per fissare un appuntamento. Il servizio è gratuito e l’operatore sarà presente presso la sede del CSP di Novi Ligure il giorno giovedì 28 settembre 2021 dalle ore 8 alle ore 10,15 e, successivamente, in base alle prenotazioni ricevute. 
Quindi ecco alcune risposte alle domande che facevamo stamattina. Si è deciso di aprirlo presso il Csp per un giorno al mese, almeno per ora. Poi si vedrà. 
Come spesso accade, le risposte suggeriscono altre domande. Da chi sarà gestito il servizio? Dagli operatori del Csp o da altri soggetti? Come verrà fatto sapere agli anziani del nuovo servizio? Speriamo non attraberso facebook, o almeno non solo, anche perché se il servizio si rivolge a persone che “non hanno praticità di strumenti informatici”, probabilmente non hanno facebook. 
Ma sopratutto, trattandosi di cosa pubblica, ci piacerebbe sapere quanto costerà alla comunità questo nuovo servizio. 
Concludiamo con i “complimenti” per il nome del nuovo servizio: Anchise. Egli era il padre di Enea, zoppo, storto, curvo e cieco. Enea se lo carica in spalle per fuggire da Troia in fiamme. Alla fine, comunque, Anchise muore. 

Nell’immagine di apertura: Pompeo Batoni, Enea che fugge da Troia in fiamme, 1745. 



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us