Buona pensione, Carletto

Oggi è l’ultimo giorno di lavoro prima della meritata pensione per il “ragazzo del latte”, Carlo Ruzzon. Dal lontano 1977 ad oggi Carlo (o Carletto, come lo chiamano tutti) ha consegnato il latto della centrale, tutte le mattine all’alba. Se non lo conoscete, o non siete di Novi o avete la fortuna di poter dormire fino a tardi, il mattino.
Lo abbiamo incontrato questa mattina in via Girardengo, come sempre, intento a portare il latte fresco della centrale. Alla domanda “e da domani, come facciamo?” la sua risposta è stata (rigorosamente in dialetto): «Morto un Papa, se ne fa un altro”. Buona pensione, Carlo.

Carlo Ruzzon questa mattina in via Girardengo


Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

andrea vignoli

Giornalista, scrittore, insegnante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us