Grazie ai dipendenti Acos

Il sindaco di Novi Ligure ha invitato Acos a sospendere i regali natalizi ai suoi dipendenti per elargire le somme al Csp (Consorzio Servizi alla Persona) che dovrà poi individuare famiglie bisognose da aiutare.
Nobilissimo aiutare le famiglie in difficoltà, un po’ meno nobile togliere a lavoratori che contribuiscono al bene e allo sviluppo dell’azienda in cui lavorano. Ma tant’è, le direttive della destra non lasciano molto spazio alla considerazione dei lavoratori. Ricordate la ramanzina dell’assessore Delfino alla vecchia amministrazione che premiava i suoi dipendenti? I lavoratori devono essere pagati meno possibile e non premiati altrimenti poi lavorano male. Tutto il contrario di quanto penso io, la motivazione sul lavoro è un elemento fondamentale per un buon futuro aziendale.
Ma torniamo alla parte nobile della storia. Dicevo, l’aiuto alle famiglie in difficoltà è sicuramente una cosa buona e giusta.
Premesso che quanto riportato dagli articoli di stampa è inesatto quando dice che si tratta di denaro pubblico. In realtà il denaro è di Acos, diventerà pubblico quando distribuendo gli utili, dopo aver pagato le dovute tasse, trasferirà le somme ai suoi azionisti tra cui (ma non solo) il Comune di Novi Ligure.
Ma detto questo, il fatto che Acos (non il comune di Novi Ligure) elargisca in beneficenza una quota dei suoi utili rimane comunque una cosa meritevole nonostante la richiesta pressante del sindaco di Novi Ligure, che ripeto non è l’unico azionista della società.
Gradirei solo che non comparissero in città manifesti, come quelli che abbiamo finora visto, quando si evidenziava l’elargizione di fondi per la crisi dovuta alla pandemia pervenuti dal governo con la scritta evidenziata “grazie sindaco Cabella”. Non erano fondi del comune allora e non sono fondi del comune questi. Gradirei cioè che l’amministrazione di Novi Ligure la smettesse di fare la “brillante” coi soldi degli altri.
Così come la Festa del Cambio, pagata con una sponsorizzazione di 10.000 euro da Acos al Comune di Novi Ligure.
Non so se sarò accontentato, in ogni caso qui mi sento di dire: “Grazie dipendenti Acos”

Giuseppe Santonastaso – coordinatore cittadino Partito Democratico



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Giuseppe Santonastaso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us