Delfino dà l’addio a Novi, il “Ronaldo del bilancio” getta la spugna

Ieri sera, in consiglio comunale, girava la voce. Oggi la conferma: Maurizio Delfino non ha resistito un anno nella giunta novese e si è dimesso.
Ufficialmente, l’assessore alessandrino si è dimesso per motivazioni personali. Ma i malumori all’interno della giunta, e sopratutto con la macchina comunale, erano più che evidenti. 
Delfino era in carica dal 31 ottobre 2020. Di lui resta il ricordo delle sfuriate contro i dirigenti comunali (nel suo mirino soprattutto il segretario comunale Cabella e il ragione generale Moro), gli annunciati “dossier” delle malefatte della sinistra e gli interminabili interventi in consiglio comunale. 
Ieri sera l’ultimo episodio: come ha iniziato a parlare, uscendo subito fuori tema, il presidente del consiglio Oscar Poletto gli ha tolto la parola, pregandolo di restare in argomento. 
Ancora una volta il sindaco Cabella dovrà affrontare un rimpasto in giunta. Vedremo chi sarà il nuovo assessore al bilancio.

Al suo arrivo a Novi, Maurizio Delfino era stato definito “il Ronaldo del bilancio” per le sue competenze nel settore.



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us