Serata in ricordo di Poppi Posillipo, “io non c’ero”.

Alcune persone hanno pensato, a più di due anni dalla sua morte, di ricordare Poppi Posillipo dedicandogli una mostra di pittura ed un concerto a cui è stato abbinata la proiezione di un filmato in cui amici lo ricordano e manifestano affetto nei suoi confronti.
Io non c’ero. 
E prima che vengano forse sparse voci ed illazioni, sempre che questa mia assenza sia stata notata e commentata, vorrei spiegare le mie motivazioni.
Ho voluto e voglio ancora molto bene a Poppi e penso che se proprio qualcosa si fosse voluto fare per ricordarlo meritasse almeno un evento esclusivo in cui tutta l’attenzione fosse focalizzata solo su di lui ricordando, come si suol dire, la sua figura umana e professionale.
Così non era e non è stato mi sembra.
Poi non sono così sicura che comunque e comunque fosse fatto l’evento per ricordarlo, come mi ha detto qualcuno, lo avrebbe reso felice. Le volte in cui obtorto collo, per lo meno negli ultimi trent’anni, ha partecipato a serate di ricordo, per altro molto private e circoscritte agli amici più intimi, è tornato a casa disilluso e triste constatandone l’ inutilità. Forse, a quanto mi dicono, e molto prima degli ultimi trent’anni, lui stesso ha organizzato una serata di quel tipo ma purtroppo nulla è immutabile ed è una delle caratteristiche umane quella poter cambiare idea. E con buona pace di quelli che sono rimasti ancorati al passato, questo è avvenuto.
Negli anni aveva maturato la convinzione che non ci fosse nulla dopo la morte, non credeva in una vita ultraterrena laica o religiosa. Quindi perché una serata di ricordo. Per ricordarsi che è vissuto, che gli abbiamo voluto bene, che lo abbiamo stimato amato apprezzato disilluso? Ma questo appartiene ai nostri ricordi, ai nostri cuori, a noi, senza alcun bisogno di esibire i nostri sentimenti sempre che siano stati e siano sinceri.
Ringrazio comunque chi ha voluto “ partecipare” sicuramente in buona fede.
Ringrazio anche di più quelli che volontariamente non hanno partecipato perché loro si che conoscevano veramente Poppi Posillipo e custodiscono l’affetto e il ricordo nei loro cuori e nelle loro menti.
Parce sepulto



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Donatella Gennaro Posillipo

Torna in alto

Contact Us