Via Verdi, alla rabbia degli esercenti si aggiunge l’ira degli automobilisti

Dopo tre mesi di chiusura, martedì pomeriggio è stata riaperta alla circolazione automobilistica via Verdi, chiusa del 26 luglio nel tratto che va dall’altezza della farmacia comunale all’incrocio con via Montesanto. 
I lavori hanno riguardato il rifacimento del tratto fognario, e sono stati commissionati dal committente dei lavori del terzo valico a Gestione Acqua. La durata prevista dei lavori, in base alla prima ordinanza del comune, era fino al 13 settembre ma i tempi hanno sforato fino ad arrivare a tre mesi di chiusura della strada. 
«La strada è stata chiusa improvvisamente, senza che nessuno ci preavvisasse – lamentano gli esercenti della via, circa 15 negozi presenti nel tratto di strada chiuso – in questi tre mesi abbiamo visto ridursi a zero il nostro fatturato, visto che siamo rimasti chiusi all’interno di un cantire»
«Capiamo che questi lavori sono importanti, e che vanno fatti – ha proseguito un altro – ma il comune è stato totalmente assente nel rapporto con noi: nessuno ci ha avvistato, nessuno ci ha detto quanto sarebbero durati. Abbiamo letto sul giornale di un incontro del comune con gli esercenti, ma qui non si è visto mai nessuno». 
Ora la via è stata riaperta, seppure con il manto stradale dissestato, ma a breve arriveranno altri disagi a causa della costruzione del cavalcavia sulla nuova linea ferroviaria. 
Ovvio il danno economico subito dagli esercenti, già danneggiati dal lock down per il covid. «Visto che per il terzo valico ci sono dei fondi di compensazione, credo che dovremmo essere risarciti». 

La riapertura della strada ha innescato altre polemiche da parte degli automobilisti, a causa dello stato del piano viabile segnato da avvallamenti. «Prima di asfaltare bisogna aspettare l’assestamento del terreno – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Diego Accili rispondendo alle proteste su facebook – Su uno scavo di questa portata se va bene bisognerà fare due o tre riempimenti per attendere un assestamento definitivo e poi asfaltare per bene. Per cui inevitabilmente al netto di pioggia e neve si interverrà in primavera». 



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us