Ennesimo colpo di scena in consiglio: Garrone non si presenta, tutti a casa

Ennesimo colpo di scena in consiglio comunale a Novi: dopo ore di discussione si scopre che non è regolarmente convocato, e viene invalidato. 

Barbara Garrone

Tutta “colpa” di Barbara Garrone che avrebbe dovuto entrare in consiglio al posto di Edoardo Moncalvo, decaduto dal ruolo di consigliere in quanto nominato assessore. 
La Garrone non si è presentata e quindi non è stato possibile procedere alla convalida del suo ingresso in consiglio, riducendo così per la seduta i consiglieri a 15 anziché 16, il numero fissato dalla legge. Il nodo è venuto a galla alle 23, dopo una lunga discussione seguita alle comunicazioni di Moncalvo. Al momento di dover votare l’ingresso di Garrone, vista la sua assenza, il segretario comunale Pier Giorgio Cabella, consultate le norme di legge ed il regolamento del consiglio comunale, ha disposto che non si potesse deliberare l’ingresso del consigliere assente. 
Il consiglio si è così trovato nell’impossibilità di operare a norma di legge, e quindi è stato sciolto. La prossima convocazione è prevista per lunedì prossimo. 

Da segnalare l’assenza di riscaldamento nella sala del museo dei campionissimi. «Tanto vale che la prossima ci convocate in piazza» ha detto un consigliere al presidente Poletto.

Prima della sospensione, l’assessore Moncalvo ha illustrato le sue linee di azione. Tra i suoi successi, Moncalvo ha elencato anche la chiusura dello “spazio giovani” presso la caserma Giorgi. Decisione vivamente contestata dal capogruppo Dem Tedeschi: «Quello spazio era usato da decine di associazioni. Ora dove andranno?»



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us