Grimaldi (Luv): i novesi sono d’accordo sullo strano uso dei fondi del recovery fund?

“Con quale criterio sono stati scelti i progetti finanziati con oltre 19 milioni di euro di fondi statali? – si chiede Marco Grimaldi, Capogruppo di Liberi Uguali Verdi in Regione – A scorrere l’elenco dei Comuni viene il sospetto che l’unico criterio di merito sia l’appartenenza politica”.
Per Grimaldi il punto critico è la gestione regionale della prima linea di investimento, quella che spende i denari stanziati dal Conte II e che copre 29 interventi nella Regione: “Sindaci piemontesi, avete visto l’elenco dei progetti finanziati? Voi ci siete? Se non ci siete, qualcuno ve ne ha spiegato il motivo? Il sospetto – continua Grimaldi – è che i criteri troppo ampi che la Giunta regionale si è data, siano ciò che casualmente le hanno permesso di premiare i Sindaci, in scadenza o appena eletti, molto vicini al centrodestra. Eppure la ricognizione fatta per il Recovery Fund doveva essere lo strumento che, dopo un’attenta riflessione sullo stato attuale della nostra Regione, potesse contribuire a realizzare progetti per abbattere l’inquinamento, combattere il cambiamento climatico e dare un futuro migliore al Piemonte. Tutto diverso, insomma: quale ripresa? Non parlateci di resilienza, sospetto sia il solito markettificio di ‘Tele Cirio'”.

Marco Grimaldi
Marco Grimaldi, Capogruppo di Liberi Uguali Verdi in Regione

Proprio sull’ordine di priorità – insiste Grimaldi – abbiamo un’altra perplessità. Spesso all’interno della stessa area geografica sono stati preferiti alcuni progetti che hanno un profilo di utilità sociale e ambientale minore rispetto ad altri: sanno ad esempio i cittadini di Novi Ligure che è stato considerato prioritario un intervento per ampliare la sede comunale e non il recupero, la rifunzionalizzazione, la digitalizzazione, l’adeguamento sismico e l’efficientamento delle scuole del loro Comune? Sono d’accordo?”.



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us