Derthona Libarna, alla ricerca di un brand per le terre alte

Da Carrega Ligure a Volpeglino, da Fabbrica Curone a Stazzano: le “terre alte” sono i 30 comuni appartenenti all’Unione Montana Terre Alte, all’Unione Montana Valli Curone-Grue-Ossona, all’Unione Valli Borbera e Spinti.
Piccoli comuni di montagna che custodiscono come gioielli segreti naturali, storici, enogastronomici. Un patrimonio che può valere moltissimo, ma che è difficile da valorizzare, da far conoscere. 
Per questo è nato “Derthona Libarna, la terra delle meraviglie”, una iniziativa volta la promozione delle eccellenze turistiche, enogastronomiche e culturali dell’area che va da Libarna al tortonese, mirata a creare di collaborazioni e sinergie con le realtà che ne fanno parte.
Il progetto è stato presentato sabato mattina nel magnifico Palazzo Guidobono Cavalchini Malaspina Penati di Volpedo, alla presenza di molti operatori del settore, giornalisti e rappresentanti del territorio. 
Promosso dall’Unione Montana Terre Alte attraverso i finanziamenti dalla Regione Piemonte, “La terra delle meraviglie” è un progetto creato dall’agronomo Cesare Giordano e curato da Davide Fossati, esperto di comunicazione e marketing, che ha creato un “brand” che potrà essere la cornici degli interventi di promozione e valorizzazione del territorio. 

Il progetto ha previsto la realizzazione di un grande portale web www.derthonalibarna.it per la promozione nazionale ed internazionale delle produzioni di eccellenza e delle peculiarità di ogni Comune.
La sezione “il Territorio” del sito web presenta i Comuni aderenti attraverso contenuti tra cui 30 video con riprese con drone a cura di Max Dorigo, fotografo, video maker e documentarista che abita ad Avolasca e si è innamorato degli scorci unici di una terra inesplorata, gioielli nascosti tra colline ricoperte di vigneti e tradizioni conservate con passione. Una sezione “Cosa Fare” riassume gli itinerari da percorrere a piedi, in bici o in auto, in moto o a cavallo, per scoprire i gioielli delle terre alte. Presente anche una sezione dedicata ai “Sapori”, con le materie prime d’eccellenza, i prodotti di un territorio: vino, tartufi, formaggi, salami, frutta e molto altro.
Le sezioni “Accoglienza” e “Dove Mangiare” racchiudono tutta la sfera della ristorazione e dell’esperienza enogastronomica, della ricettività in oltre 140 strutture: b&b, agriturismi, ristoranti tradizionali e degustazioni di prodotti tipici.
Punto fondamentale del progetto, per facilitare la fruizione dei contenuti per i turisti, è stata prevista la produzione di 30 pannelli grafici, uno per ogni comune, da cui ci si potrà collegare al portale web attraverso un apposito QR code. 
Fanno parte del progetto i comuni di Albera Ligure, Avolasca, Berzano di Tortona, Borghetto di Borbera, Brignano Frascata, Cabella Ligure, Cantalupo Ligure, Carrega Ligure, Casasco, Castellania Coppi, Cerreto Grue, Costa Vescovato, Dernice, Fabbrica Curone, Garbagna, Gremiasco, Grondona, Momperone, Mongiardino, Monleale, Montacuto, Montegioco, Montemarzino, Pozzol Groppo, Roccaforte Ligure, Rocchetta Ligure, San Sebastiano Curone, Stazzano, Vignole Borbera, Volpeglino. 

Clicca per visitare il sito


Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

andrea vignoli

Giornalista, scrittore, insegnante.

Torna in alto

Contact Us