Ray Carino, il rapper rapinatore novese e le sua canzoni autentiche

Avete mai visto il film “Babbo bastardo”, dove un rapinatore si traveste da Babbo natale per compiere rapine? 
La realtà spesso supera la finzione. Anche sulla storia di Giuseppe Congias, in arte Ray Carino, si potrebbe fare un film. 
Congias è stato arrestato il 13 dicembre a Roma. È accusato di essere l’autore di almeno 5 rapine ai danni di farmacie nelle zone più in della capitale. Sempre lo stesso il modus operandi: arrivava con una auto in affitto con la modalità del car sharing, vestito da babbo Natale, e si dileguava. Le forze dell’ordine – dicono i giornali di Roma – lo hanno trovato in possesso non solo del denaro rubato, ma anche di una pistola carica. In casa, inoltre, sono stati trovati oltre 1,2 chili di hashish suddiviso in panetti. 
Congias è noto anche con il nome d’arte di Ray Carino, e video dei suoi pezzi hip hop (o forse, trap) molto spesso sono ambientati a Novi Ligure. Al parco Nicholas Green al Lodolino, con un mitra finto (almeno, vogliamo sperare che lo sia), al parco Castello, tra le vie del centro storico.
Ray Carino nei suoi pezzi, come “Gangsta Lover”, “L’amore nei pezzi”, “La notte e la città” (i video li trovate sotto) parla di amore, di droga, di carcere, di armi. I temi sono i soliti di questo genere, ma con una differenza. Quasi tutti i rapper si atteggiano a banditi, ma sono cose che hanno visto solo nei film. Ray Carino è autentico, canta del carcere dove è già stato varie volte. C’è una autenticità nei suoi testi che si nota subito. 
A questo punto chi scrive deve fare attenzione, perché se noi scriviamo che i pezzi di Ray Carino ci piacciono, qualcuno capisce che difendiamo un rapinatore, e non ci pensiamo manco lontanamente. Della sua condotta penale Congias risponderà alla legge. Delle doti artistiche di Ray Carino risponde il pubblico. A noi le sue canzoni piacciono, perché ci sembrano molto più autentiche di quelle di un Fedez, o di quelle di quel tal Gue Pequeno che recentemente è stato a Novi osannato dai giovani leghisti. Ecco, dopo che Congias avrà risposto alla legge, lo vorremmo sentir cantare a Novi, una città che evidentemente ama. Lo capite dal video di “la Notte è la città”.
“Questa vita non l’ho scelta, è lei che ha scelto me”, canta Ray Carino nella commovente “Hey Pà”, dedicata al padre. Congias, l’ora di scegliere è arrivata.

La canzone dedicata al padre scomparso anni fa
“La notte e la città” girata nel centro storico di Novi
Il video è girato al Lodolino e in Castello


Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

andrea vignoli

Giornalista, scrittore, insegnante.

Torna in alto

Contact Us