Presentata la stagione del Teatro Marenco, si parte con una commedia anti-jella di Peppino De Filippo

“Non è vero, ma ci credo”. È il titolo della prima rappresentazione teatrale della prima stagione ufficiale del Teatro Marenco dopo 70 anni di chiusura. Per tanti novesi è una notizia cosi bella che non sembra vera, ma potete crederci: la stagione 2022 è stata presentata ieri mattina dalla Presidente della Fondazione Teatro Marenco Ada Geraldini Caraccia e dal  Direttore Artistico Giulio Graglia, in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo.

Non è vero… ma ci credo” è una commedia in tre atti del 1942, scritta da Peppino De Filippo. Dalla commedia fu tratto un film omonimo, nel 1952, con la regia di Sergio Grieco. Il tema della commedia è quello della superstizione, e forse può essere un buon inizio per il rinnovato teatro.

Il programma della prossima stagione segnerà l’inizio vero e proprio della futura attività del Marenco, il cui direttore artistico Giulio Graglia formula un augurio per gli anni a venire: «Un ringraziamento corale: alla Regione Piemonte, alla Città di Novi Ligure, alla Fondazione Teatro Marenco, alle maestranze, ai collaboratori, al pubblico e a tutti coloro che negli anni si sono prodigati per non abbandonare il teatro a se stesso.  Il nostro compito, che va ben oltre a tutto quanto si è detto, non finisce qui ma è rivolto al futuro del Marenco e al suo ruolo fondamentale nel contesto artistico italiano».
Di seguito, il programma dei sette spettacoli in cartellone:

Enzo Decaro

Sabato 12 febbraio: Non è vero ma ci credo.
di Peppino De Filippo, con Enzo Decaro e con Francesca Ciardiello, Carlo Di Maio, Roberto Fiorentino, Massimo Pagano, Gina Perna, Giorgio Pinto, Ciro Ruoppo, Fabiana Russo, Ingrid Sansone. Regia Leo Muscato

Spellbound Contemporary Ballet

Venerdì 25 febbraio: Vivaldiana.
Con Spellbound Contemporary Ballet. Coreografie di Mauro Astolfi, musiche di Antonio Vivaldi, disegno luci e set concept Marco Policastro. Assistente alla coreografia Alessandra Chirulli

Gaia De Laurentiis

Venerdì 11 marzo: Alle 5 da me.
Di Pierre Chesnot, con Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero. Musiche Banda Osiris, regia Stefano Artissunch.

Massimo D’Apporto

Giovedì 31 marzo: Il delitto di via dell’Orsina (L’affaire de la Rue de Lourcine).
Di Eugène Labiche, con Massimo Dapporto, Antonello Fassari, Susanna Marcomeni, Andrea Soffiantini,Francesco Brandi. Adattamento e regia di Andrée Ruth Shammah

Irene Ivaldi

Domenica 10 aprile: Festen -Il gioco della verità
Di Thomas Vinterberg, Mogens Rukov & BO Hr. Hansen. Versione italiana e riscrittura di Lorenzo De Iacovo e Marco Lorenzi, con Danilo Nigrelli, Irene Ivaldi e Roberta Calia,, Yuri D’Agostino, Elio D’Alessandro, Roberta Lanave, Barbara Mazzi, Raffaele Musella, Angelo Tronca. Regia Marco Lorenzi

Umberto Orsini

Martedì 26 aprile – Pour un oui ou pour un non (Per un sì o per un no)
di Nathalie Sarraute con Umberto Orsini e Franco Branciaroli. Uno spettacolo di Pier Luigi Pizzi.

Sabato 7 maggio: Gelsomina Dreams.
In collaborazione con il Centro Teatrale Bresciano, direzione Caterina Mochi Sismondi con Elisa Mutto, Alexandre Duarte, Federico Ceragioli, Vladimir Ježić, Michelangelo Merlanti e con la partecipazione di Nina Carola Stratta e Paolo Stratta.

Gelsomina Dreams

Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21:00, salvo diverse indicazioni.
Il costo del biglietto è fissato in 25 € (20€ ridotti) sia per i palchi che per la platea. L’abbonamento per tutti e 7 gli spettacoli costa 105 € (risparmio 70 euro). È possibile anche fare abbonamento per tre spettacoli al costo di 60 euro (risparmio 15 euro).
I biglietti saranno posti in vendita dal 24 gennaio, anche sul sito www.vivaticket.it oppure presso la biglietteria del Teatro Marenco il mercoledì e venerdì dalle 17.30 alle 19.
I novesi che hanno contribuito al restauro del teatro aderendo alla campagna “Adotta il Marenco” possono accedere alla prevendita a partire dal 16 gennaio.

Per tutte le informazioni www.teatroromualdomarenco.it



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us