Articolo Uno: Alessandria, il Sindaco si occupi di più dei giovani

«Che il fenomeno della violenza giovanile non sia limitato alla sola città di Alessandria è un fatto indubitabile, ma dire che la nostra città non risulta tra quelle maggiormente colpite sembra essere un modo per deviare il discorso, eppure da mesi tengono banco nella cronaca cittadina le spaccate alle vetrine e i cassonetti incendiati nel centro della città» – è il commento di Roberta Cazzulo, segretaria cittadina di Articolo Uno.

«I protagonisti dei fatti sono spesso giovanissimi che non riflettono sulle conseguenze; alcuni di loro si picchiano, molti di più stanno a guardare e riprendono video che finiscono in tempo reale su Instagram; non sono baby gang ma una manifestazione gridata di un disagio giovanile già presente prima del Covid ma che la pandemia ha senza dubbio acuito – prosegue Cazzulo – e gli strumenti normali non bastano più, occorre prevedere un adeguato supporto psicologico anche e soprattutto all’interno delle scuole che possa aiutare i più giovani a gestire le conseguenze della pandemia per evitare che siano loro a pagare il prezzo psicologico più alto dall’attuale crisi».

«Non ci possiamo accontentare che il Sindaco di Alessandria difenda solo lo status quo – conclude Cazzulo; per quanto i servizi di supporto psicologico siano di buon livello nella nostra città avremmo voluto che il Sindaco chiedesse maggiori risorse e personale. Da questo punto di vista avremmo apprezzato una sua posizione attiva, al nostro fianco, rispetto al dibattito che si è scatenato in merito alla bocciatura, nella legge di bilancio, del Bonus Salute Mentale da 50 milioni di euro, destinato proprio al supporto di coloro che devono rivolgersi a un aiuto psicologico».

Roberta Cazzulo – Segretaria provinciale Articolo Uno



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Roberta Cazzulo - Articolo Uno

Torna in alto

Contact Us