Rilancio di San Bovo, Repetti: un’opportunità che Novi non può lasciarsi sfuggire

Ieri la Regione Piemonte ha deliberato l’elenco dei comuni da inserire nella Zona Logistica Semplificata prevista dal Decreto Genova. Ben 12 i comuni dell’Alessandrino inseriti nell’elenco, fra cui Pozzolo Formigaro, oltre ai 6 siti già esistenti, fra cui Novi San Bovo.

Credo sia venuto il momento di progettare il rilancio di Novi San Bovo, un patrimonio rimasto per troppo tempo inutilizzato.
Da decenni si discute di San Bovo, della sua potenzialità e di come riqualificarla. Negli ultimi anni, ancor più di prima, si è avuta la dimostrazione concreta di come la logistica sia una delle chiavi principali per aprire allo sviluppo dei territori e arricchirli.
Con il decreto Genova oggi si ha una grande opportunità che fino a pochi anni fa nemmeno si poteva immaginare.
I territori attorno a Genova, e dunque anche Novi Ligure, rientrando nella cosiddetta Zona Logistica Semplificata, godranno di burocrazia semplificata, di agevolazioni fiscali per gli investimenti e altro.
Un’opportunità che Novi non può lasciarsi sfuggire.
Ben chiaro lo ha in mente il Sindaco Miloscio di Pozzolo Formigaro che ieri è stata giustamente inserita nell’elenco.
Perché anche Pozzolo con tutta la zona confinante a San Bovo ha il suo interesse per rilanciare l’intero territorio.
Un rilancio che in soldoni  significa occupazione, progresso economico.
A questo punto, in attesa della formalizzazione del governo che dovrebbe arrivare a breve, occorre solo che l’amministrazione novese si sieda al tavolo e cominci ad affrontare seriamente con concretezza il progetto di rilancio di San Bovo.
Ma per farlo occorre innanzitutto la consapevolezza della straordinaria occasione e la capacità concreta di affrontare un percorso che vedrà anche una serrata competizione fra i diversi territori, tenendo ben presente però che Novi, per diverse ragioni, anche logistiche, parte con un grande vantaggio rispetto a tutti gli altri.
Un vantaggio che non può essere sprecato.
Dunque Novi non perda più tempo e inizi il più grande progetto di sviluppo degli ultimi decenni che porterà a Novi e ai novesi un salto di qualità.

Lo scalo di Novi San Bovo


Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Manuela Repetti

Torna in alto

Contact Us