Vivaldiana al Teatro Marenco, cambia il programma causa Covid

La Fondazione Teatro Marenco e Piemonte dal Vivo, ringraziando il pubblico per la calorosa partecipazione agli spettacoli in programma, comunicano che tra gli artisti della compagnia SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET sono purtroppo emerse delle positività al covid-19. Per questo motivo lo spettacolo previsto per venerdì 25 febbraio al Teatro Marenco: Vivaldiana subirà alcune variazioni:

ASCENT

Coreografia Mauro Astolfi
Interpreti Mario Laterza, Giuliana Mele
Ascent è il simbolo di un concetto di distruzione creativa, un processo di mutazione continua che rivoluziona incessantemente la struttura di un rapporto, distruggendo senza sosta quella vecchia e creando sempre un modo nuovo di vedere l’altro. E’ un’azione circolare, libera da schemi stabiliti, che trova l’unica soluzione possibile in un pensiero divergente per evitare che la fine di una relazione non debba essere in automatico l’inizio di un’altra.

UNKNOWN WOMAN

Coreografia Mauro Astolfi
Interprete Maria Cossu
Assistente alla coreografia Alessandra Chirulli
Disegno Luci Marco Policastro
Costume Anna Coluccia
Per Maria, Unknown Woman è un racconto serio ed immaginario allo stesso tempo, è un raccoglitore di memorie e di pensieri di quello che è accaduto con un’artista importante in 20 anni di collaborazione e di condivisione. Io e lei abituati in questi 20 anni a raccontarci alcune cose segrete attraverso dei movimenti, dei portatori sani di verità, una rubrica disordinata dove ho dovuto leggere e rileggere appunti per capire la donna e l’artista. Forse ci siamo capiti solo in una sala prove e sul palcoscenico di un teatro, ma come si fa a capire un’artista? Inseguirla è stato possibile solo con gli occhi e con il cuore, ogni altro modo ti confonde ancora di più e ogni volta devi quasi ricominciare dall’inizio, come ci ripresentassimo e ci chiedessimo per la prima volta il nome. Non so dove finisce l’immaginazione e quanto invece ho imparato da lei in questi 20 anni. Da sconosciuti siamo ancora in sala, ci osserviamo, ci regaliamo e ci rubiamo cose, ma ci conosciamo bene e per questo camminiamo ancora insieme. (Mauro Astolfi)

FORMAMI

Coreografia Mauro Astolfi
Musica Various Artists
Disegno Luci Marco Policastro
Danzatori Maria Cossu, Mario Laterza, Mateo Mirdita
“Formami è una virtuale scatola nera ritrovata dopo un incidente: in questo caso non un incidente meccanico, ma uno smarrimento, una fase di confusione. Essa rappresenta quel momento dove ci si perde, ma dove seppur chiedendo indicazioni, si ha la sensazione che nessuno sappia veramente cosa consigliarci… spesso nella vita si cerca qualcuno che ci guidi in una direzione, che ci dia delle indicazioni… Ma poi si finisce a cercarle in se stessi. Se avessimo veramente una scatola nera in tutti nostri incidenti della vita, se sapessimo ricordare, e capire perché è successo… cominceremmo a formare altri corpi, un’altra mente, un’altra sensibilità. Formami è un movimento eterno. “ Mauro Astolfi”.

ESTRATTO DA VIVALDIANA
Interpreti Maria Cossu, Mario Laterza, Giuliana Mele, Mateo Mirdita, Lorenzo Capozzi
Coreografie Mauro Astolfi
Musiche Antonio Vivaldi
Disegno luci & Set Concept Marco Policastro
Costumi Melanie Planchard
Assistente alla coreografia Alessandra Chirulli
Una coproduzione internazionale tra Spellbound, Les Th tres de la Ville de Luxembourg, Orchestre de Chambre de Luxembourg / con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo / in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Lussemburgo e cult!ur partner, c/o Norddeutsche Konzertdirektion Melsine Grevesmühl GmbH
Al centro di VIVALDIANA, il nuovo spettacolo di Spellbound, l’idea di lavorare ad una parziale rielaborazione dell’universo di Vivaldi integrandolo con alcune caratteristiche della sua personalità di ribelle fuori dagli schemi. Da questa suggestione è partito il coreografo Mauro Astolfi per tradurre in movimento alcune creazioni di Vivaldi e raccontarne il talento e la capacità di reinventare, nella sua epoca, la musica barocca. Musicista immerso in un contesto dominato dalla razionalità, Vivaldi si è distinto per la piena consapevolezza di andare oltre i limiti del proprio tempo e la noncuranza a muoversi contro corrente: in questo consiste la sua genialità. Da qui l’idea di Astolfi di rielaborare la sua architettura musicale cercando di restituire alla sua opera caratteristiche di unicità, quelle opere che forniscono un’insuperabile fonte di ispirazione per dare forma a una ricerca in danza che accosti armoniosamente gli aspetti artistici alle declinazioni umane più istrioniche e talvolta folli del “prete rosso”, il primo musicista a comporre col preciso intento di stimolare il gusto del pubblico e non di assecondarlo.

Lo spettacolo ha inaugurato nel settembre 2019 la stagione del Grand Theater de Luxemburg, che ha commissionato e coprodotto il più ampio progetto in due parti (e due firme) Vivaldi Variations. Mauro Astolfi e il lussemburghese Jean-Guillaume Weis si sono immersi per l’occasione nel lavoro e nella vita del musicista per mettere in scena i rispettivi pensieri ed emozioni e i diversi approcci dei due artisti, creando rispettivamente Vivaldiana e Seasons, coreografie affidate entrambe all’intepretazione del team di Spellbound Contemporary Ballet e dalla musica dal vivo dell’Orchestre de Chambre du Luxembourg.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21:00, accesso al teatro dalle ore 20.00



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us