Crack Atm, ecco i nomi dei 16 condannati insieme al sindaco di Novi Cabella

Gian Paolo Giuseppe Lumi, Alessandro Traverso, Arcangelo Mastrandrea, Franco Amisano, Guido Ghidini, Gianfranco Cermelli, Ezio Bressan, Mariagrazia D’Oca, Paola Marcella Crescenzi, Fabrizio Munerato, Giovanni Lumiera, Michelino Sassone, Maurizio Pavignano, Roberto Castelli e Massimo Bianchi. Questi i nomi delle persone che insieme al sindaco di Novi Gian Paolo Cabella sono state condannate a 8 mesi di reclusione per bancarotta semplice nel processo per il fallimento di Atm, la società alessandrina di trasporto pubblico. 

Il sindaco di Novi Gian Paolo Cabella è stato presidente di Atm dal giugno 2011 al marzo 2013.  Condannato anche il suo predecessore Gian Paolo Lumi, presidente dal 2007 al 2011, e il successore di Cabella Ezio Bressan. Condannato anche Alessandro Traverso, vicepresidente Dale 2007 al 2014 ed attuale presiedente del For.AL
Il processo era iniziato tre anni fa con 21 imputati, che hanno chiesto il rito abbreviato. Per 5 di loro è stata accolta la richiesta di messa alla prova con sospensione del procedimento penale. 
Nel filone “civile” del processo il comune di Alessandria è stato condannato dal Tribunale delle imprese di Torino a pagare al fallimento Atm più di ventidue milioni e 680 mila euro. Una cifra enorme che peserà come un macigno sul futuro sindaco della città, a breve chiamata al voto.



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us