Caro Francesco Giannattasio, è la Russia ad aver invaso l’Ucraina, non viceversa

Caro Francesco, mi preme replicare alle tue critiche rivolte al mio articolo sulla guerra in Ucraina non solo per amore della discussione, ma perché certe posizioni in modo più o meno esplicito serpeggiano da sempre anche trai movimenti pacifisti -spero non ti stupisca- soprattutto nelle frange più radicali e di estrema sinistra. Esprimi opinioni discutibili ma legittime, che hanno il pregio di rifuggire dall’ipocrisia.

Non voglio entrare nel merito delle visioni soggettive, ma limitarmi ad alcune considerazioni oggettive, che non possono essere negate da nessuno e tantomeno da una persona intellettualmente onesta come te.
Tutto il tuo articolo ruota attorno a due convinzioni. Permettimi di semplificarle molto.

La prima: la propaganda dipinge la Russia come il diavolo, in realtà i cattivi sono più o meno equamente suddivisi trai due schieramenti. 
Stiamo ai fatti. Chi ha invaso chi? La Russia ha invaso l’Ucraina, non viceversa. 
Le truppe ucraine hanno mai sconfinato? Un solo soldato ha messo piede nel territorio russo? Chi dei due quindi è l’aggressore?
Cosa diceva Putin delle truppe ammassate ai confini? Che si trattava soltanto di una esercitazione militare che le denunce americane e ucraine erano solo propaganda. Come è andata a finire?
Chi sta bombardando una nazione indipendente, seminando distruzione, morte, con milioni di profughi disperati? La Russia.
Non mi sembra che l’Ucraina sia in grado di fare altrettanto nei confronti dei territori degli invasori. Hai sentito parlare fino ad ora di un missile ucraino che abbia colpito una città russa?
Caro Francesco, non è un’ opinione, ma un dato di fatto: c’è un aggressore e un aggredito. Possiamo discutere sulle cause quanto vogliamo ma gli ucraini sono le vittime e i russi gli aggressori. Non sono oggettivamente sullo stesso piano.
Il tuo secondo argomento per cui tiri in ballo il mio articolo è questo. Non è vero che gli ucraini stanno combattendo anche per noi. Perché in realtà quella guerra è uno scontro tra due oligarchie. 

Può essere in parte vero, ma anche in questo caso stiamo ai fatti.
Il diritto internazionale sancisce l’inviolabilità in tempo di pace dei confini di uno stato. La Russia lo ha violato. Se riuscirà con la guerra ad annientare la legittima resistenza di un popolo sovrano potrà farlo anche con altri stati europei. Se riuscirà con la forza delle armi ad imporre una soluzione a suo favore questo permetterà anche ad altre nazioni di fare lo stesso coni popoli più deboli, più di quanto già avvenga in alcune parti del mondo. Sarebbe il dilagare di una pratica delle armi che ci travolgerebbe tutti.
Se gli ucraini riusciranno, anche con il nostro aiuto, a fermare Putin avranno compiuto un’ impresa che darà maggiore sicurezza anche a noi.
Mi pare strano che tu abbia voluto citare le parole di Niemoller. Infatti parla di un uomo che all’inizio si compiace che siano venuti ad arrestare il suo vicino, ma quando dopo gli zingari, gli ebrei, i comunisti, gli omosessuali arriveranno ad arrestare anche lui si accorge che ormai è troppo tardi per salvarsi.
Il significato è opposto a quello che intendi tu. Dice che se ci riteniamo estranei all’invasione dell’Ucraina quando arriveranno a noi sarà troppo tardi.
Con amicizia



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Mauro D’Ascenzi

Un pensiero su “Caro Francesco Giannattasio, è la Russia ad aver invaso l’Ucraina, non viceversa

  1. a)Affrontare uno scambio di idee sulla guerra, è avvicinarla a posizioni pacifisti o radicali di estrema sinistra è il classico modo per nascondersi dietro la retorica. Argomentazioni che possono apparire oggettive mentre nella realtà sono soggettive come a voler sostenere un punto di vista condiviso .
    B) cosa si intende per considerazioni oggettive che una parte ha invaso un’altra? E chi lo nega ! Ma il punto non è questo , ed è inutile girarci, quello che scatenano tutte le guerre o invasione è : il controllo della ricchezza attraverso l’esercizio del potere, soprattutto quando si dispone di un pupo e ciò che precede l’atto ostile.
    Una cosa dovrebbe essere ineluttabile da persone autorevoli , intellettualmente oneste, di separare la retorica dalla verità e non prestarsi a influenzare chi ne è priva. A meno che non si voglia far ammuina, nella quale tutto si confonde.
    c) il diritto internazionale sancisce che: (….) E qui bisognerebbe esplicitare : quel diritto vale per tutti ? Oh vale meno Quando siamo noi a invadere altri paesi o la differenza è nelle bombe , le nostre sono democratiche , producono un effetto liberale e di benessere, sono intelligenti, non creano effetti collaterali , non ammazzano bambini, ma zuccherini per la popolazione civile, non spietate distruzione come i barbari russi.

I commenti sono chiusi.

Torna in alto

Contact Us