Con i fondi della StrAlessandria una scuola in Mozambico verrà intitolata a Jean Franco Formiga

Manca poco alla 26° edizione della Stralessandria, la corsa non competitiva organizzata dal Istituto cooperazione e sviluppo di Alessandria. La corsa all’insegna della solidarietà quest’anno ha anche il proposito di tenere vivo il ricordo degli attentati a Falcone e Borsellino, nel 30 anniversario delle stragi, grazie alla collaborazione con Libera.  Il percorso lungo 5 chilometri si snoderà all’interno della città di Alessandria, da piazza della Libertà fino al ponte Mayer e ritorno. 

«La 26esima edizione della StrAlessandria vuole rappresentare un momento di decompressione dopo questi ultimi anni molto complessi – ha detto Alessandra Lalli, referente della Stralessandria per Ics – Vogliamo che l’evento sportivo diventi l’espediente per riappropriarci della nostra umanità e che ci ricordi che non siamo soli. Per questo abbiamo costruito una StrAlessandria 2022 che fosse delle realtà locali: dei commercianti, dei partner storici, delle scuole, dei professionisti locali, dell’Istituto Penitenziario. Una competizione solidale che torni alle proprie origini al fine di rinnovare quel senso di comunità e solidarietà fraterna che oggi più che mai la caratterizzano. Questa è una StrAlessandria che vuole tornare alle origini per ricordarci che solo insieme possiamo fare la differenza. Riviviamo questo sentimento nell’intento commemorativo della corsa ricordando che “Le loro idee camminano sulle nostre gambe”, con l’impegno per una società più giusta ed equa che passi attraverso la restituzione di un momento alla società, ma anche attraverso l’impegno verso i nostri collaboratori Mozambicani e verso i reclusi dell’Istituto Penitenziario Cantiello-Gaeta».

Jean Franco Formiga, il giovane novese scomparso lo scorso anno

Come nella precedente edizione, anche quest’anno la corsa sosterrà la ristrutturazione della scuola di Mitava, in Mozambico. Le ultime missioni sul posto infatti hanno verificato la necessità di interventi di manutenzione straordinaria per riportare la scuola al suo splendore originario. La scuola era stata costruita grazie ai proventi della StrAlessandria 2004 e 2005, e oggi i fondi raccolti saranno usati per offrire aule adeguate agli oltre 700 alunni che la frequentano. 
A lavori ultimati, la scuola verrà dedicata a Jean Franco Formiga, il giovane novese alunno dell’istituto Saluzzo Plana e volontario di Ics, deceduto due anni fa. Una voce meravigliosa che ha corso con tutte le sue forze.

Quest’anno la corsa coinvolgerà anche le scuole di Alessandria e gli Istituti penitenziari Cantiello e Gaeta, uniti in un percorso di sostenibilità ambientale contro il degrado urbano.  Alle scuole di Alessandria sarà data la possibilità di far curare le aree verdi o i piccoli giardini da una squadra d’intervento anti-degrado. In questo modo, le scuole potranno svolgere anche delle attività collaterali, ma il mantenimento del verde sarà garantito da detenuti, appositamente formati, in permesso esterno retribuito.
«Proprio a questi ultimi vogliamo dare i mezzi per potersi riscattare – dicono gli organizzatori – per dare loro la possibilità di tagliare il traguardo di un percorso voluto di reinserimento sociale e guadagnarsi una vita all’insegna della legalità e della giustizia».

Da due anni Ics è entrato a far parte della rete di Libera, come associazione facente parte della segreteria provinciale. 
«Quest’anno ricorre il trentennale dalle stragi di Capaci e Palermo, un segno indelebile nella nostra memoria. Eppure, lavorando con le scuole lo tocchiamo con mano quotidianamente, la memoria è da coltivare nella cultura della legalità. Allora abbiamo deciso di portare con noi i nomi, le storie e soprattutto le idee di queste Donne e Uomini che hanno perso la vita nelle stragi di Capaci e di Via D’Amelio con la scritta “le loro idee camminano sulle nostre gambe”, apparsa all’alba delle stragi del 1992. È un modo per accompagnare le persone che percorrendo la StrAlessandria potranno, in diversi luoghi del percorso, approfondire la conoscenza di chi ha speso la propria vita per delle idee. Alcuni volontari racconteranno brevemente le 11 storie delle 10 vittime delle stragi del 1992, più quella di Rita Atria, la giovane testimone di giustizia che si uccise una settimana dopo la morte di Borsellino. Le loro idee non possono essere fermate grazie alla condivisione fatta di un percorso comune».

La partenza della Stralessandria è fissata per le ore 20,30 (ritrovo un’ora prima). Il costo dell’iscrizione è di 7 euro, che verranno devoluti in beneficenza. Punti di iscrizione presso la sede di Ics in via Dossena 27 con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.  Inoltre è possibile iscriversi presso: Comune di Alessandria, Football Forever in corso Monferrato 143, CDC Sportrage in via Filzi 30, La Bici in via Carlo Alberto 64, La Castellana in corso Acqui 123, LA 12 di Vinotti Francesca in Via Dante 70, Cartolibreria Gallo in via del Ferraio 25 a Spinetta Marengo. 
Da oggi fino al 13 maggio i volontari di Ics saranno presenti sotto il Palazzo del Municipio di Alessandria dalle 9 alle 18 e, il giorno della corsa, fino alla partenza.



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us