Dalla UE via libera al consumo di grilli, vermi e locuste. 

State tranquilli, per ora noi Mosconi restiamo indigesti. Altrettanto non si può dire del grillo domestico, del verme della farina gialla e della locusta migratoria, che sono stati inseriti tra i “novel food” autorizzati dalla Unione Europea. 

Questi insetti potranno essere commercializzati e mangiati non solo così come sono, ma anche come ingredienti per preparazione di altri alimenti sotto forma di farina. 

Il rischio è che in futuro si possa trovare tra gli ingredienti di una merendina farina di verme o polveri di grilli? Non esattamente. In realtà la Unione Europea ha solo risposto positivamente alla richiesta di aziende produttrici di questi “alimenti”, confermando che il loro consumo non è dannoso per l’uomo dopo una attenta analisi di laboratorio. Da lì, a trovarcelo nel piatto a nostra insaputa, ce ne passa.

Il tweet della commissione europea

A scatenare le polemiche un tweet sul profilo della commissione europea, che recita: “Che si tratti di uno spuntino o di un ingrediente alimentare, sapevi che attualmente ci sono tre insetti autorizzati nel “nuovo cibo” dell’UE? Il “grillo domestico”, il “verme della farina gialla” e la “locusta migratoria” sono i tre tipi di insetti autorizzati come “novel food” nel mercato dell’UE”.

Tanto è bastato per scatenare le ire dell’europarlamentare leghista Alessandro Panza (nomen omen) che si preoccupa delle nostre “pance” e ha diffuso una nota in cui sostiene che “la Commissione Europea, invece di preoccuparsi di tutelare le aziende dell’agro-alimentare italiano ed europee (viste anche le proteste degli allevatori olandesi), invece di difendere la produzione europea devastata da siccità, incendi, dall’incremento del costo dell’energia e delle materie prime, ci propina l’ennesima euro-fregatura spacciandoci come salutare, moderno e civile il consumo di insetti”.

Dubbi meno propagandistici da parte di Coldiretti, che ha sottolineato come la novità sollevi anche dei precisi interrogativi di carattere sanitario e salutistico. Considerato che la maggior parte dei nuovi prodotti proviene da Paesi extra Ue, come la Cina o la Thailandia, da anni ai vertici delle classifiche per numero di allarmi alimentari.

Oggi è ferragosto e molti di voi saranno impegnati in grigliate all’aperto. Se vi capita un insetto sulla tovaglia, anziché scacciarlo o peggio schiacciarlo… mangiatelo. A meno che non si tratti di un bel Moscone… Buon ferragosto a Tutti!



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

andrea vignoli

Giornalista, scrittore, insegnante.

Torna in alto

Contact Us