Lions, il primo mattoncino dell’Hub ha il profumo di bagna cauda

Sabato 12 e domenica 13, il Lions Club Gavi e Colline del Gavi ha ripetuto, per la settima volta, “A qualcuno piace cauda”, evento di raccolta fondi che vede i soci del club impegnati, in prima persona, nella preparazione della bagna cauda.

2 giorni di impegno per servire oltre 270 persone — nel salone della SAOMS di Capriata d’Orba — che hanno permesso al club gaviese di raccogliere 7.000 euro per l’acquisto e l’installazione di un modulo prefabbricato che ospiterà e potenzierà le attività di screening e prevenzione che il club sta effettuando da anni su più fronti: diabete, tumori al seno, ambliopia (negli asili del territorio).

Ma non solo: «Il nostro intento è quello di essere di supporto alle fasce deboli della popolazione cercando di essere presenti da un punto di vista sanitario — dice Teresa Mantero, presidente in carica — abbiamo nel club soci che sono, mi permetto di dire, eccellenze nel loro settore medico di competenza e che si metteranno a disposizione per visite mediche specialistiche calendarizzate. Insieme a loro, coinvolgendo i medici di base, cercheremo laddove necessario, di essere di aiuto anche nell’acquisto di farmaci qualora l’importo sia troppo oneroso».

Per finalizzare il progetto, il club sta lavorando di concerto con l’amministrazione Comunale e il Comitato di Gavi della Croce Rossa, e l’intenzione è quella di collocare un prefabbricato all’interno dell’area presso cui ha sede il comitato.

«La collaborazione con la CRI è, — prosegue Mantero — ormai da anni, consolidata; il lavoro dei Lions e dei Volontari, fianco a fianco, ha sempre avuto delle ricadute positive sul territorio, per cui è stato naturale per noi confrontarci con loro e per loro offrirci sostegno».

L’obbiettivo è di terminare i lavori entro giugno per essere in grado di essere operativi e cominciare a erogare i primi servizi a partire da luglio.



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us