Luisa Impastato intitola un’aula del Ciampini Boccardo allo zio Peppino

Si è svolta venerdì mattina la cerimonia di intitolazione di un’aula dell’istituto Ciampini in via Verdi a Novi Ligure alla memoria di Peppino Impastato, il giornalista e militante comunista ucciso 44 anni fa dalla mafia democristiana.

A intitolare l’aula è stata Luisa Impastato, figlia del fratello di Peppino, impegnata nel mantenere vivo il ricordo dell’impegno dello zio.  Dopo l’intitolazione, Luisa Impastato ha incontrato gli alunni della scuola al teatro Giacometti, alla presenza del commissario prefettizio Paolo Ponta. 

La sera precedente Luisa Impastato ha partecipato all’incontro promosso da Libera presso il complesso monumentale di Santa Croce a  Bosco Marengo, alle  presenza delle insegnanti Valentina Avvento e Monica Oreggia, promotrici del percorso di promozione della Legalità, del sindaco di Bosco Franco Gazzaniga e del preside del Ciampini Boccardo Mario Scarsi. Ha moderato l’incontro il giornalista Andrea Vignoli. 
All’incontro hanno partecipato oltre un centinaio di persone, che al termine hanno tributato alla relatrice un lungo applauso. 

Luisa Impastato con la targa dedicata allo zio Peppino, ucciso dalla mafia nel 1978
Il video dell’incontro con gli studenti


Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us