Quando i leghisti novesi si vantavano di aver evitato il fallimento del Cit

“Il Cit di Novi è salvo: evitato il fallimento grazie al partner Trotta” titolava La Stampa il 23 aprile 2022. Ci avevamo creduto, ci avevano creduto in primis i lavoratori, ma purtroppo non è andata così come volevano farci credere.
Il Tribunale di Alessandria ha decretato giovedì pomeriggio il fallimento dello storico Consorzio Intercomunale Trasporti, nato nel 1978 per volontà dei comuni della zona. 

«Soddisfatti per la decisione del tribunale – dichiarava allora al giornale  Gian Paolo Cabella, allora sindaco di Novi –, perchè è stato un percorso lungo e difficile. Ringrazio coloro che hanno dato esempio di coraggio amministrativo e di buona politica. Siamo felici per i dipendenti e per aver scongiurato il fallimento che avrebbe portato un disastro economico».

La Lega in quei giorni sbandierava il risultato, e se la prendeva con il capogruppo Dem Simone Tedeschi, che aveva più volte lanciato l’allarme. 

Un post della Lega quando diceva di aver salvato il Cit

Oggi i leghisti che si vantavano di aver salvato il Cit, tacciono. Il Pd potrebbe cogliere l’occasione per affondare il colpo, ma invece sembra non voler approfittare delle difficoltà dell’avversario in questo momento, esprimendo invece forte preoccupazione per l’epilogo della vicenda. 

Ecco il testo di un comunicato diffuso oggi da Pd, Articolo1, Moderati, Psi e Possibile: 

“Abbiamo appreso della decisione del Tribunale di Alessandria di decretare il fallimento del Consorzio Intercomunale Trasporti di Novi Ligure. Attendiamo di conoscere le motivazioni di questa decisione, ma non possiamo che esprimere insoddisfazione, e viva preoccupazione per i lavoratori e per i cittadini.
Avevamo provato, in più occasioni, a spiegare che il processo avviato dalla passata amministrazione comunale di centro destra e dall’attuale management dell’azienda metteva a forte rischio la sua sopravvivenza. Ciò non di meno, siamo profondamente dispiaciuti di questo risultato. È fondamentale oggi impegnarsi per tutelare i lavoratori e il servizio di trasporto pubblico locale”. 

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us