Alta Val Borbera: officine creative e semi della pace a Croso

La frazione di Croso a Carrega Ligure è pronta a ospitare la seconda tappa del Festival itinerante di musiche, luoghi e tradizioni ‘Appennino Futuro Remoto’ per un’altra ricca giornata di eventi in cui ogni partecipante potrà mettersi alla prova con diverse attività creative, escursioni a piedi o in e-bike, ascoltare musica e, come sempre, godere del buon cibo immersi in un paesaggio spettacolare.

L’appuntamento è per domenica 25 giugno.

“Questa giornata è un’altra espressione degli obiettivi del nostro progetto – spiega il sindaco Luca Silvestri -. Dare supporto organizzativo e creativo a eventi che già erano in essere, ampliandoli per tessere e far crescere la rete di collaborazioni fra le varie realtà associative e produttive del nostro territorio facendole inoltre conoscere, almeno così speriamo, a un pubblico sempre più ampio. Per questo evento ci è sembrato utile e significativo, viste le distanze o anche per chi non ha un mezzo, mettere a disposizione una navetta per Croso che partirà dalla piazza di Cabella Ligure alle 9,30, alle 10,45 e alle 12”.

Le officine creative, accompagnate dalla musica di Fabio Martinelli, apriranno alle 10,30 e saranno a partecipazione gratuita. All’aperto, in un contesto naturale molto suggestivo, Matteo Calabrò proporrà il laboratorio esperienziale di vocalità e canto in natura, rivolto a chiunque voglia esplorare le possibilità della propria voce attraverso improvvisazioni in cerchio, giochi musicali per poi, dal canto, passare alla danza con i passi delle 4 province guidati da Andrea Capezzuoli e Claudio Cacco.

Per non rimanere con ‘le mani in mano’ e mettersi alla prova con l’effetto terapeutico che dà modellare l’argilla ci sarà Patrizia Fabris, che presenterà pure i laboratori di mandala, ecoprinting e di poesia nascosta. Annalisa Lugano ci accompagnerà alla scoperta di come il riciclo può essere creativo, mentre con Fabio Canton la creatività si sposterà sulla scultura lignea.

La cesteria non avrà più segreti, seguendo le indicazioni di Danilo Gherardi. I bambini, con la loro fantasia daranno le indicazioni alla truccatrice Erika Facchini, abilissima nel dare sfogo con i suoi trucchi colorati ai desideri dei più piccoli per diventare farfalle piccole o ciò che la fantasia gli suggerisce. 

Appennino Futuro Remoto ha come simbolo l’albero della Pace Jubaku Iumoku, affidato alla comunità di Carrega dalla Fondazione internazionale Green Legacy di Hirosima. Domenica, con Federica Luoni, i bambini creeranno delle ‘bombe’ di semi: le uniche bombe che ci piacciono.

Alle 17,30 spazio a ‘Il valzer della toppa’ con musiche e racconti di popolo in compagnia di due artisti straordinari: Elisa Dal Corso a voce e fisarmonica e Julyo Fortunato a fisarmonica e chitarra.

Il “cibo in movimento”, con prodotti del territorio, sarà invece a cura di Massimo Martina.

Per ogni evento del Festival sono in programma escursioni guidate gratuite con obbligo di prenotazione info@borberambiente.it: escursione ad anello con partenza da Croso ore 10, percorso in e-bike partendo da Cabella alle 9,30. Affitto bike bikevalborbera@gmail.com.

Per raggiungere Croso, a causa della presenza di una frana sulla SP 147, si deve percorrere la viabilità ligure lungo la SP 16.

Le date successive dell’edizione 2023:

8 luglio – Daglio (in collaborazione con Sarvego Festival)

22 e 23 luglio – Carrega Ligure, area Prato Pussai, “Festival in Fiera” (ospite Maurizio Lastrico)

17 settembre – Capanne di Carrega

30 settembre – Connio di Carrega

7 ottobre – Agneto

Sono numerose le collaborazioni, i partner e i patrocini degli enti e associazioni del territorio, consultabili sul sito web ufficiale  www.appenninofuturoremoto.it  

Per informazioni e dettagli sulle modalità di partecipazione:

Tel 3772748083

appenninofuturoremoto@gmail.com

Ti è piaciuto questo articolo? Offrici un caffè con Ko-Fi

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone

Moscone

Torna su

Contact Us