Al via il Festival dei 190 tramonti

Sono l’8 il 9 e il 10 settembre le tre giornate in cui si celebra la chiusura lavori della prima parte del progetto La Terra dei 190 Tramonti, per la valorizzazione turistica e culturale della Provincia di Alessandria.

Il progetto prevede la realizzazione di un video racconto per ciascuno dei 187 comuni della provincia, attraverso i panorami, gli scorci e le voci di chi abita e conosce il territorio. Tutti i contenuti saranno accessibili tramite un unico portale e impostati come episodi di un vero e proprio dizionario poetico della provincia.

Si sono già concluse le attività di produzione e realizzazione dei video per i primi sette comuni, grazie ai fondi erogati dal bando ministeriale Educare Insieme. I risultati verranno presentati durante il Festival dei 190 Tramonti, una tre giorni dedicata alla cultura e alle eccellenze del territorio, occasione per presentare il lavoro fatto insieme alle scuole e ai comuni. Il festival verrà realizzato anche grazie alla fiducia e al supporto di Fondazione CRAL e Fondazione CRT.

Il festival si tiene a Castelnuovo Bormida, in piazza Geo Pestarino. Castelnuovo è una perla della provincia di Alessandria fino ad oggi troppo poco conosciuta e valorizzata, da anni custode del lavoro artistico sul territorio del Teatro del Rimbombo.

Il Festival dei 190 Tramonti: il programma 

Si comincia giovedì 8 settembre con due spettacoli teatrali. Alle 19.00 “Il mio nome è Carducci e lavoravo in Fiat”, un monologo teatrale di Piero Macaluso, autore, attore e regista teatrale. Lo spettacolo è frutto di uno scambio con l’Himera Art Festival di Termini Imerese. Sempre giovedì, alle 21.00 sarà possibile assistere a “MR Moon”, spettacolo internazionale che riunisce clown, musicisti, dive e tanti, troppi direttori di circo. La compagnia di MR Moon torna in provincia a conclusione di un tour europeo, di nuovo ospite del Teatro del Rimbombo dopo una residenza artistica lo scorso anno. 

Venerdì 9 settembre avverrà la presentazione vera e propria del progetto La Terra dei 190 Tramonti, raccontato tra performance artistiche e musicali e interventi di organizzatori, istituzioni e scuole che hanno partecipato attivamente alla realizzazione. In teatro, un’installazione permanente permetterà di vedere i primi 7 video realizzati per i comuni di Rocca Grimalda, Castellania, Bassignana, San Salvatore, Albera Ligure, Ricaldone e Ottiglio, grazie alla collaborazione con la casa di Carità Arti e Mestieri di Ovada, il consorzio per la formazione professionale Foral di Valenza, l’Istituto di Istruzione Superiore Guglielmo Marconi di Tortona, l’Istituto di Istruzione Superiore Rita Levi-Montalcini di Acqui terme, l’Istituto Tecnico Industriale Alessandro Volta di Alessandria, il Liceo Amaldi di Novi Ligure e l’Istituto Balbo di Casale Monferrato. 

La festa prosegue alle 21.30 con il concerto degli Anxia Lytics, gruppo tortonese classificatosi quest’anno al secondo posto del programma RAI The Band.

Sabato 10 settembre la giornata si divide tra un contest teatrale nel pomeriggio e l’ormai celebre Live in Trattore, alla sua quinta edizione. 
Il contest inizia alle 15.00 ed è aperto a tutte le realtà della zona e non. Lo spettacolo vincitore avrà diritto a due settimane di residenza artistica presso gli spazi del rimbombo, un budget di mille euro per la produzione e due date nella stagione del Teatro del Rimbombo. 

Il Live in Trattore, festival dedicato all’anima campagnola e danzereccia della provincia, inizia alle 20 con la musica di Pietro della Casa, Slavi Bravissime Persone e Gaudatz Junk Band.

Tutte e tre le giornate del festival saranno arricchite da esposizioni artistiche, stand per scoprire le eccellenze del territorio, mangiare e bere in compagnia.

Maggiori info su https://www.190tramonti.it




Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us