Sanità, emergenza guardie mediche a Novi e Tortona

Mentre a livello nazionale il Ministro Speranza sostiene e finanzia la medicina territoriale la Regione Piemonte e la Direzione Asl Alessandria faticano a dare risposte ai bisogni dei cittadini.
Di questi giorni il grido di allarme dei sindaci dell’alta Val Borbera che da mesi sono senza medico di base.
I primi cittadini hanno scritto alla Regione sollecitando il problema che tanto ha promesso ma nulla ha fatto e all’Asl, che neanche ha risposto.
I cittadini del territorio lamentano insistentemente la difficoltà di trovare la guardia medica nelle ore serali e nei festivi. Pare addirittura, ma la notizia non è confermata da fonti sanitarie ufficiali, che in alcuni giorni vi sia un solo medico di guardia che debba coprire un territorio ampio comprendente il novese e il tortonese.
Ai cittadini non resta che rivolgersi ai reparti di pronto soccorso (Dea) sempre costretti a lavorare con carenze di personale e sorretti solo dall’instancabile senso del dovere degli operatori.
E la Regione? E la direzione sanitaria? Stanno a guardare un sistema sanitario territoriale che senza interventi immediati arriverà presto al collasso.

-------

Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

redazione moscone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto

Contact Us