Vita da Travelblogger, 5° puntata: i “viaggiapiccoli”


La più grande famiglia di genitori in viaggio. Così si definiscono Cristina e Francesco di Viaggiapiccoli. Un profilo nato 4 anni fa, che oggi racchiude le esperienze non solo della loro famiglia, ma anche di genitori viaggiatori come loro, da tutte le parti d’Italia. Viaggiapiccoli è un punto di riferimento per quei genitori che amano viaggiare con i propri bambini e condividere con gli altri esperienze, consigli di viaggio, idee, itinerari e passioni. Uno dei principali obiettivi è far provare ai bambini l’emozione di scoprire il mondo. 

Cristina e Francesco – Blogger di famiglia Viaggiapiccoli – Torino
26800 follower su Instagram

Chi siete?

«Cristina e Francesco con i nostri figli gemelli. Siamo i fondatori del blog ww.viaggiapiccoli.com, che racchiude un gruppo di famiglie per cui viaggiare con i bambini è una scuola di vita. Noi quattro siamo di Torino, esploriamo e raccontiamo il nostro Piemonte, ma il blog comprende anche esperienze di viaggio in altre regioni italiane. Ci rivolgiamo principalmente alle famiglie, ma le nostre gite e i consigli sono adatti a tutti coloro che condividono le nostre passioni, anche senza figli: natura, musei, viaggi on the road, luoghi insoliti dove vivere esperienze e costruire ricordi».

Come e quando nasce l’idea del blog? 

«Viaggiapiccoli è nato a giugno 2018: in rete avevamo trovato tante famiglie che condividevano la nostra passione e altre timorose all’idea di viaggiare con i piccoli. Abbiamo pensato fosse una bella sfida far dialogare i genitori viaggiatori con quelli timorosi».

Quanto tempo porta via?

«Il blog è una grande passione, ci lavoriamo soprattutto in viaggio, come un vero e proprio diario di avventure. Ma richiede tanto tempo anche nella routine e in genere lavoriamo la notte, ci rilassa».

La vostra idea perfetta di viaggio?

«Partire. Basta questo».

Perchè è importante viaggiare?

«Per essere cittadini del mondo, vivere le differenze come occasioni, imparare ad adattarsi e non essere mai stanchi di scoprire nuovi orizzonti».

L’oggetto indispensabile in viaggio?

«Un buono zaino».

Il viaggio più bello e quello più brutto o una situazione alquanto difficile?

«Difficile scegliere, il viaggio per noi è sempre emozione pura. Con i bambini siamo stati in Cina, Canada, Africa, abbiamo incontrato Babbo Natale in Lapponia e conosciuto un vero cowboy in un rodeo canadese. Il momento più brutto è stato quando ci siamo persi in auto in Africa, di notte e senza linea del telefono, poi però siamo arrivati in uno dei posti più belli mai visti: un vero villaggio xhosa».

Come vi muovete e come scegliete le mete?

«Adoriamo i viaggi on the road e in genere scegliamo le mete in base agli interessi nostri e dei bambini, perché sia un’esperienza indimenticabile per tutti».

L’attività outdoor preferita?

«Adoriamo il trekking, che si può fare davvero ovunque, basta avere un po’ di allenamento e tanta curiosità».

Un consiglio a chi vuole dedicare la sua vita ai viaggi

«Non avere paura dei sacrifici da affrontare. Ne vale la pena».



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Benedetta De Paolis

Torna in alto

Contact Us