Perire di perizie

Cinque mesi fa il comune di Novi Ligure ha affidato all’avvocato Bruno Sarzotti dello Studio Legale Sarzotti e Angelini di Torino la perizia per quantificare il valore dell’area Z3. 
Il progetto di recupero dell’area Z3 era stato portato avanti da Marco Bertoli, che aveva ricevuto espressa delega dal sindaco Cabella. Delega che è stata rimessa nelle mani del Sindaco quando Bertoli e il suo gruppo sono passati all’opposizione. 

Il progetto di Bertoli prevedeva lo scambio di aree tra il comune e la Lidl. Le aree in oggetto di scambio sono l’area degradata dell’ex macello civico di via Pietro Isola (di proprietà comunale) e l’area dove oggi sorge il supermercato Lidl, sempre in via Pietro Isola. 
Nelle idee di Bertoli nella struttura lasciata libera dal supermercato si dovrà trasferire il comando della polizia municipale, oggi in via Verdi. 
Per procedere allo scambio sono necessarie delle perizie sul valore delle due aree. Il comune ha incaricato (al costo di 6344 euro) l’avvocato Sarzotti di stimare il valore dell’area di sua proprietà nei primi giorni di dicembre dello scorso anno, ma ad oggi non risulta che nessuna perizia sia stata depositata. Pronta invece la perizia che la Lidl ha fatto fare sulla sua area. 
Che il comune, ora che Bertoli si è fatto da parte, non abbia più voglia di proseguire sulla strada tracciata dall’ex capogruppo della Lega, è possibile. Ma il documento di indirizzo approvato dalla giunta e presentato in commissione consigliare resta:se il leghisti residui hanno cambiato idea, dovranno presentare un altro documento di indirizzo, oppure si limiteranno a non dare seguito a quanto proposto da Bertoli.

Per una perizia che manca, ce né una che c’è, ma nessuna l’ha vista. Parliamo della perizia che il comune ha affidato sulla questione del rumenta-gate (tariffe gonfiate sui rifiuti). La perizia è stata “raccontata” durante una seduta della commissione bilancio, e in base a quella i leghisti novesi hanno dichiarato ai giornali che il caso è chiuso e che i novesi hanno pagato il giusto. Ma nessuno ha ricevuto copia della perizia, che è stata solo raccontata da un tecnico di cui nessuno ricorda il nome. Alla faccia della trasparenza. 



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us