Perché la Fondazione Marenco non vuole il Galà di Billi? 

Doppio appuntamento per i novesi  amanti della musica: il 27 dicembre al teatro Giacometti c’è il  concerto dei cameristi cromatici, poi  il 1 gennaio al  Teatro Marenco tocca all’Orchestra di Alessandria. 

Il primo concerto è organizzato dall’Associazione Novi Musica e Cultura guidata da Patrizia Orsini. Avrà luogo al teatro Giacometti, perché la Fondazione Marenco che gestisce il nuovo teatro di Via Girardengo ha detto no alla richiesta di poter affittare la struttura da parte dell’associazione. Non sappiamo il motivo del rifiuto dei 2500 euro che l’associazione avrebbe pagato per affittare il teatro. Teatro che non naviga certo in buone acque, da punto di vista finanziario, visti gli alti costi di mantenimento della pregevole struttura. 

Il concerto organizzato da Novi Musica sarà diretto dal maestro Maurizio Billi, arcinoto ai novesi. Ma anche il concerto di Capodanno al Teatro Marenco non presenterà grosse novità, visto che sul palco ci sarà ancora l’Orchestra Classica di Alessandria, che è già salita più volte sul palco del teatro Marenco e di cui è presidente il maestro Luciano Girardengo, che è anche membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Marenco. 

Le differenze tra i due concerti sono notevoli. Innanzitutto nel prezzo: il biglietto per il concerto al Giacometti costa 20 euro, mentre quello al Marenco costa 44,88 euro sul sito vivaticket (dove si può anche vedere che sono ancora invenduti circa la metà dei posti). 

Se per lo spettatore la differenza è il prezzo, per la fondazione la differenza è tutta economica: nel caso del primo concerto, respinto, c’era la certezza dell’incasso di 2500 euro e il rischio di vendere o meno i biglietti era a carico dell’associazione di Patrizia Orsini. O la fondazione naviga in ottime acque da punto di vista economico, e questa sarebbe davvero una inaspettata e ottima notizia, oppure qualcosa non torna. 

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us