Novi sarà gemellata con Borovichi, lo scrivono i russi

Novi Ligure sarà gemellata con la cittadina russa di Borovichi, ne da notizia il sito ufficiale di Governo della regione di Novgorod. Borovichi è una cittadina di 52mila abitanti della Russia europea nordoccidentale della regione di Novgorod, situata sulle sponde del fiume Msta, 170 km a est del capoluogo Velikij Novgorod. 
La notizia arriva dal sito russo https://www.novreg.ru/ che comunica che il distretto di Borovichi prevede di firmare un accordo sui rapporti di città gemellata con la città italiana di Novi Ligure.
La possibilità di un gemellaggio con la cittadina di Borovichi era stata discussa dalla commissione gemellaggio del comune di Novi il 17 dicembre scorso.

Ecco la traduzione del comunicato russo: 
“Alla fine dello scorso anno, in modalità online, si è tenuto un incontro in cui si è discusso della firma dell’Accordo sui rapporti di città gemellate tra la Regione Borovichi e la città di Novi Ligure. All’incontro ha partecipato la Vice Presidente del Governo della Regione di Novgorod Elena Kirilova, il Sindaco della città di Novi Gian Paolo Cabella, il Responsabile del Protocollo del Sindaco Valentina Rubbioni, l’Assessore del Comune di Novi, membro della Commissione Gemellaggi Giacomo Perocchio, Presidente dell’Associazione Italo-Russa “Fondazione Suvorov” Maria Solntseva e un rappresentante dell’Associazione “Novi” Lucio Piazza. 
L’accordo viene concluso in memoria del grande comandante russo Alexander Suvorov, principe d’Italia, che vinse la “Battaglia di Novi” il 15 agosto 1799 e salvò il nord Italia dal piano aggressivo di Napoleone”. 

Questo notizia riportata dai russi è sbagliata: nella battaglia di Novi Napoleone non c’era. Suvorov e il generale francese in battaglia non si sono mai incontrati, perché Suvorov morì l’anno dopo la battaglia di Novi, il 18 maggio 1800. 

“La figura di Alexander Suvorov è altrettanto importante per Russia e Italia. Nel luglio 2021, rappresentanti della regione di Novgorod come parte della delegazione russa hanno visitato Novi nell’ambito dell’evento internazionale “Dialogo russo-europeo”. È stato organizzato dalla Suvorov Foundation Association e dal Leaders Club. La delegazione ha anche visitato la sede di Suvorov, che nel 1799 si trovava nella piazza centrale della città. 

Elena Kirilova

Il quartiere Borovichi e la città italiana di Novi Ligure sono uniti da un ponte storico legato al nome del grande comandante russo Alexander Vasilyevich Suvorov. Nel distretto di Borovichi, nel villaggio di Konchanskoye, c’è una tenuta-museo del conte. Da qui Suvorov proseguì la famosa campagna d’Italia, dove a Novi sconfisse l’esercito di Napoleone. Nel Nord Italia viene ricordato e onorato il nome del Generalissimo russo. Sono certa che l’instaurazione di relazioni con le città gemellate contribuirà alla conservazione della memoria storica e all’espansione della cooperazione, soprattutto nel campo della cultura”, ha affermato Elena Kirilova. 

(in realtà, non ci risulta che Suvorov sia mai stato ricordato a Novi e dintorni. Inoltre, Novi è gemellata dal 1999 con Point de Vaux, la cittadina francese dove è nato il generale Joubert. È stato infatti Joubert, e non Napoleone, ad essere sconfitto da Suvorov nella battaglia di Novi). 

L’accordo sarà finalizzato ad ampliare i legami e a stabilire contatti reciprocamente vantaggiosi nei settori scientifico, tecnico, educativo, culturale, umanitario ed economico. È in preparazione un programma di interazione tra le due regioni. In particolare è prevista la partecipazione di artisti russi al Teatro Romualdo Marenko e artisti italiani al Festival Internazionale del Teatro FM Dostoevskij nel 2022. La firma dell’accordo è prevista per febbraio 2022. Aggiungiamo che il comune di Novi Ligure si trova in provincia di Alessandria, nella regione Piemonte. Gli agricoltori di questa regione sono specializzati nella coltivazione di riso, bacche, noci, in particolare nocciole. Il Piemonte è la principale regione vinicola d’Italia, producendo circa il 5% dei vini del mondo. Nella regione si sviluppano anche l’industria lattiero-casearia e l’allevamento di animali. Inoltre, la regione è considerata il primo produttore di cioccolato in Italia.

(Anche qui è doverosa una precisazione: a Novi di coltivazioni di riso non ce ne sono mai state). 

Il testo orginale del comunicato è qui: https://www.novreg.ru/press/news/press/123994/



Segui il moscone su Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo https://t.me/ilmoscone oppure per "dire la tua" scrivici su WhatsApp al numero +39 320 713 7299 (no telefonate)

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us