Ci riproviamo: “fino a quando resterà il dehor dell’osteria Bandiera?”

Esattamente un anno fa, il 9 gennaio 2022, abbiamo pubblicato questo articolo che (purtroppo) oggi possiamo ripubblicare senza alcuna variazione, a parte l’inserimento di questa breve introduzione. Lo ripubblichiamo, nella speranza che chi di dovere si decida ad intervenire.

In corso Marenco a Novi Ligure continua a far “bella mostra” di sé il dehor dell’osteria Bandiera, chiusa ormai da anni. Sbirciando attraverso i vetri, dentro tutto sembra essersi fermato ai natale del 2018, quando l’attività venne chiusa dopo gli arresti e i sequestri seguenti all’operazione Monopoli (estorsione e spaccio di stupefacenti). 
Nel gennaio del 2019 il Comune aveva affidato all’impresa novese Gruppo La Rocca l’abbattimento del dehor, che era stato costruito abusivamente su terreno pubblico. Ma la demolizione non era avvenuta perché il locale era ancora sotto sequestro, come dimostravano le carte giudiziarie appese alla porta. 
A distanza di 3 anni dagli arresti, il processo ha superato l’appello con la sentenza di condanna a 13 ann per Domenico Dattola, titolare del locale, e di 7 anni per sua moglie  Carmen Scaffini, più altre condanne minori ad altre persone coinvolte. Il sequestro è ancora in vigore? Le carte appese alla porta non ci sono più e questo fa presumere che il sequestro sia stato revocato e l’immobile sia tornato nella disponibilità del proprietario dei muri. Ma il dehor, abusivo, deve essere ancora rimosso.

Sotto, l’articolo pubblicato un anno fa. Nulla è cambiato da allora, speriamo di non doverlo ripubblicare tra un anno.

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us