Pronto soccorso, Fornaro: il Ministero mandi subito ispettori all’ospedale di Novi

Federico Fornaro, deputato di Articolo 1, ha inviato una lettera urgente al ministro della salute Orazio Schillaci con cui chiede l’invio di ispettori ministeriali in merito alla gestione dei pronto soccorso da parte delle cooperative vincitrici di appalto.

Ecco di seguito il testo della richiesta di Fornaro:

Al Ministro della Salute
Professor Orazio Schillaci

Gentile Ministro,
oggi un quotidiano nazionale ha dato notizia di una grave vicenda accaduta al Pronto soccorso dell’ospedale San Giacomo di Novi Ligure (AL), dove un’anziana paziente, ricoverata con i sintomi di un enfisema, è stata rapidamente dimessa per morire poche ore dopo. Sulla vicenda è in corso un’indagine della magistratura e la dottoressa che ha trattato la paziente sarebbe iscritta nel registro degli indagati per omicidio colposo.
Il servizio di pronto soccorso dell’ospedale di Novi Ligure è appaltato alla cooperativa Amaltea di Vercelli che, nel caso specifico, stando alle fonti giornalistiche, ha utilizzato per il servizio di emergenza un medico senza la necessaria specializzazione. La cooperativa non è nuova a situazioni del genere: nell’ottobre scorso ha prestato servizio di pronto soccorso un medico sospeso dall’esercizio della professione dall’Ordine dei medici di Genova.
Sono con la presente a chiederle, di fronte a questi fatti, l’avvio di una ispezione urgente all’Azienda sanitaria locale di Alessandria, da cui dipende il pronto soccorso di Novi Ligure, per fare piena luce sull’attività delle cooperative vincitrici di appalto, con particolare riferimento alle attività di pronto soccorso in diversi ospedali dell’Asl Al.
Rimanendo in attesa di un positivo riscontro, invio cordiali saluti.

On. Federico Fornaro

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us