Novi ricorda il Maresciallo Giovanni Lupano a un secolo dalla sua uccisione

Il 29 novembre 1922 all’osteria della salute di Teglia (Ge) il bandito novese Santo Decimo Pollastri uccise in uno scontro a fuoco il maresciallo Giovanni Lupano, in servizio presso la stazione dei Carabinieri di Novi Ligure. Lupano, originario di Pomaro Monferrato, aveva solo 27 anni ed era sposato da soli tre mesi. 

A Giovanni Lupano è intitolata la caserma dei Carabinieri di Piazza Pascoli e martedì 29 novembre, nel centenario della sua uccisione, il maresciallo Lupano verrà ricordato in una cerimonia pubblica voluta dal comune di Novi Ligure e dalla locale stazione dei carabinieri. 

Il maresciallo Lupano era addetto alla sorveglianza dei vagoni ferroviari nel Borgo della lavandaie, la zona di Novi che corrisponde all’attuale via San Giovanni Bosco. Al tempo la zona del borgo era la più malfamata della città, e lì compì le sue prime imprese il bandito Pollastri.

Probabile che Lupano avesse avuto modo di conoscerlo in passato, o che comunque fosse in grado di riconoscerlo. Proprio per questo il 29 ottobre di 100 anni fa si reca all’osteria “della salute” di Teglia, nella zona di Genova Rivarolo, dove gli è stata segnalata la presenza del bandito. Con lui i colleghi Giorgio Marchetti e Marino Corbella. Pollastri è a pranzo con con Abele Ricieri Ferrari, un poeta anarchico più noto come Renzo Novatore. Lupano e i suoi sono in borghese, ma Pollastro capisce che si tratta di Carabinieri. Ne nasce uno scontro a fuoco in cui perdono la vita il poeta complice di Pollastro che il maresciallo Lupano. Nel 1924 venne conferita al Maresciallo Giovanni Lupano la Medaglia d’Argento al Valor Militare alla memoria, e alla giovane vedova fu assegnato un contributo  di duecentocinquanta lire annue.

Pollastro verrà arrestato dopo una breve ma fulminea carriera criminale il 13 agosto 1927 a Parigi. Condannato all’ergastolo, tornerà libero 32 anni dopo, l’8 agosto 1959, e morirà a Novi Ligure nel 1978. 

Condividi questo articolo

Red

Torna in alto

Contact Us